L.R. 22/1998. Finanziamento a fondo perduto fino al 50% a favore delle Aziende editrici di Editoria libraria per l’acquisto di materie prime e servizi

 

Il contributo è attribuito alle case editrici regionali per l’acquisto di materie prime e servizi relativi alla pubblicazione di opere editoriali, nel caso in cui utilizzino aziende tipografiche o di servizi, specializzati nel capo dell’editoria libraria, con sede e impianti in Sardegna. Il contributo si riferisce ai costi esternalizzati sostenuti per l’intero processo produttivo nonché per le spese relative alla promozione e distribuzione delle opere edite.

Soggetti beneficiari

Sono ammissibili le aziende editrici regionali:

 

– regolarmente iscritte al registro delle imprese da almeno 2 anni con lo specifico requisito di attività editoriale;

– che abbiano prodotto e distribuito almeno 5 titoli;

– che non abbiano superato la soglia dei € 200.000,00 nell’arco di tre anni;

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili le opere (sino ad un massimo di cinque titoli):

 

– edite da non più di tre anni;

– per le quali l’Azienda editrice abbia acquistato materie prime e servizi, finalizzati alla loro pubblicazione, utilizzando aziende tipografiche o di servizi specializzate nel campo dell’editoria libraria, con sede e impianti in Sardegna;

– per le quali si sia adempiuto al deposito legale e al deposito obbligatorio;

– che non siano già state oggetto di contributo da parte della Regione;

– dotate di un corredo informativo completo (pagina di gerenza, copyright riferito alla azienda editrice, codici ISBN e EAN).

 

Le spese per l’acquisto di materie prime e servizi, considerate ammissibili, sono quelle riferite all’intero processo produttivo, purché esternalizzate, sostenute utilizzando aziende tipografiche o di servizi specializzate nel campo dell’editoria libraria con sede e impianti in Sardegna, riferite alle seguenti voci:

 

spese per acquisto carta, stampa, legatoria, correzione bozze, editing, spese di promozione, comunicazione, distribuzione, traduzione, spedizione, grafica e impaginazione, cura e stesura testi, e quant’altro necessario alla pubblicazione delle opere esclusi i costi relativi ai diritti d’autore.

 

Per spese esternalizzate si intendono le quelle spese sostenute facendo ricorso a soggetti fornitori di servizi che non hanno con il beneficiario del contributo alcun tipo di partecipazione reciproca a livello societario e/o rapporti di parentela entro il terzo grado.

Entità e forma dell’agevolazione

Il contributo per ogni opera non potrà superare il 50% della spesa effettivamente sostenuta e non potrà in ogni caso eccedere la somma di euro 4.132,00.

Scadenza

Le domande devono essere presentate entro e non oltre il giorno 10 ottobre 2021