L.R. 21/2018. Finanziamento a fondo perduto pari al 100% per interventi volti a prevenire la diffusione di gravi fitopatie del castagno, nonché interventi per l’estirpazione dei castagneti danneggiati e per lo smaltimento del materiale di risulta.

 

A seguito del verificarsi di gravi fitopatie, quale in particolare il “Mal dell’inchiostro” causato dalla Phytophtora cambivora, è stata compromessa la produttività e la redditività del settore castanicolo della Regione Lazio.

Il presente Bando ha la finalità di sostenere la ripresa economica e produttiva del comparto castanico, favorendo interventi conservativi volti a prevenire l’insorgenza e la diffusione di gravi fitopatie del castagno nonché interventi per l’estirpazione dei castagneti danneggiati e per lo smaltimento del materiale di risulta.

Soggetti beneficiari

Possono presentare istanza di concessione dei contributi previsti dal presente bando:

 

– i coltivatori diretti

– gli imprenditori agricoli professionali (IAP) singoli e associati che conducono castagneti da frutto ricadenti nell’ambito territoriale individuato nel bando.

Tipologia di interventi ammissibili

Gli interventi ammissibili sono i seguenti:

 

– canalizzazione delle acque superficiali e pulizia delle scoline;

– creazione delle fossette attorno alle piante sintomatiche;

– trattamenti localizzati con prodotti a base di fungicidi sistemici;

– trattamenti endoterapici con prodotti a base di fosfito di potassio;

– trattamenti con prodotti rameici a tutto campo;

– interventi per l’estirpazione di piante di castagno danneggiate e per lo smaltimento del materiale di risulta.

 

Le spese ammissibili sono tutte quelle sostenute per la realizzazione degli interventi sopra richiamati. 

 

L’ambito territoriale di intervento è individuato nei territori dei comuni indicati nel bando.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di 200.000,00 euro.

 

Il contributo è concesso per il 100% delle spese sostenute per la realizzazione degli interventi.

E’ fissato un contributo massimo per domanda di sostegno pari ad € 10.000,00.

Scadenza

Le domande devono essere inviate entro il 1 marzo 2021.