L.R. 20/2021. Finanziamento a fondo perduto fino all’80% per l’istituzione del titolo di Città Veneta della cultura.

 

Il bando istituisce il titolo di “Città veneta della cultura”, che viene conferito annualmente a un comune, o più comuni in forma associata, o a unioni di comuni del territorio, in esito a un procedimento di valutazione su istanza degli enti candidati.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda i comuni, in forma singola o associata, purché contigui territorialmente, e le unioni di comuni del Veneto.

Tipologia di interventi ammissibili

I soggetti candidati dovranno presentare un programma di azioni, elaborato anche in collaborazione con enti, associazioni o fondazioni della cultura e dello spettacolo, costituito da progetti e iniziative che perseguano obiettivi di:

 

– valorizzazione del patrimonio dei beni culturali e paesaggistici del territorio;

– miglioramento dell’offerta culturale e consolidamento del rapporto tra il settore della cultura e altri settori;

– incremento dei servizi dedicati ai turisti e aumento della visibilità a livello nazionale e internazionale delle città del Veneto;

– promozione dello sviluppo di imprese culturali creative e delle relative filiere produttive;

– ampliamento delle potenzialità di accesso e partecipazione alla cultura da parte della cittadinanza, anche attraverso l’uso delle nuove tecnologie, per un coinvolgimento sempre maggiore delle giovani generazioni;

– rafforzamento di coesione e inclusione sociale delle comunità;

– promozione di processi orientati alla rigenerazione e riqualificazione urbana, in un’ottica di progettazione integrata e di pianificazione strategica;

– perseguimento di risultati sostenibili, concepiti come parte integrante dello sviluppo non solo culturale, ma anche economico e sociale a lungo termine delle città.

 

Saranno considerate ammissibili esclusivamente le voci di spesa corrente a carattere non permanente.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse stanziate per l’esercizio 2021 ammontano a euro 100.000,00.

Il contributo regionale potrà comunque coprire fino alla percentuale massima dell’80% delle spese globali ammissibili previste per il programma: il rimanente importo sarà a carico del soggetto beneficiario, anche con l’eventuale concorso di terzi.

Il progetto deve prevedere una quota della partecipazione finanziaria garantita dal richiedente, anche con l’eventuale concorso di terzi (minimo 20%).

Scadenza

Le domande dovranno essere inviate entro il 04/10/2021.