L.R. 2/2021. Finanziamento a fondo perduto una tantum a favore dei soggetti che realizzano attività culturali o sportive, o che gestiscono beni del patrimonio culturale, i quali a causa del COVID-19, hanno subito una contrazione delle attività.

 

Al fine di fronteggiare la crisi economica dei settori culturale e sportivo regionale correlata all’emergenza epidemiologica da COVID-19, l’Amministrazione regionale riconosce sovvenzioni a fondo perduto una tantum a favore dei soggetti che organizzano e realizzano attività culturali o sportive, o che gestiscono beni del patrimonio culturale o altri luoghi della cultura regionali, i quali, in conseguenza dei provvedimenti nazionali e regionali di restrizione o chiusura delle attività a partire dall’inizio dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, hanno subito la chiusura o una significativa contrazione delle attività.

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle sovvenzioni in esame, le persone fisiche che siano lavoratori autonomiimprenditori individuali o liberi professionisti, che organizzano e realizzano attività culturali o sportive, o che gestiscono beni del patrimonio culturale o altri luoghi della cultura regionali, titolari di partita IVA con codici ATECO indicati nel bando.

Tipologia di interventi ammissibili

Ai soggetti beneficiari è riconosciuto una sovvenzione una tantum a fondo perduto di 1.500,00 euro.

Entità e forma dell’agevolazione

Per le finalità del presente Avviso è messa a disposizione una dotazione finanziaria pari ad euro 3.000.000,00.

Scadenza

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 9.00 del giorno 1 marzo 2021 fino alle ore 16.00 del giorno 15 marzo 2021.