L.R. 17/1999 e L.R. 3/2008. Finanziamento a fondo perduto per interventi in materia di sport.

 

 Il bando concede contributi per lo sviluppo dello sport in Sardegna.

Soggetti beneficiari

Possono partecipare:

 

  • Enti di promozione sportiva
  • Federazioni del C.O.N.I
  • Comitati/delegazioni regionali delle Federazioni sportive/Enti di promozione
  • società sportive isolane per la diffusione della pratica sportiva non agonistica dei disabili intellettivi.
  • e associazioni sportive isolane iscritte al C.I.P. che promuovono la partecipazione ad attività sportive non agonistiche per atleti affetti da disabilità intellettiva relazionale, x-fragile, autismo, patologie ad esso correlate o altre sindromi rare.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono considerate ammissibili le spese strettamente correlate alle linee di intervento oggetto di contributo, direttamente ed effettivamente sostenute dai soggetti beneficiari.

Le tipologie di spese ammissibili, fra quelle indicate nel Piano Triennale per lo sport, sono quelle effettivamente sostenute per ciascuna linea di intervento finanziata, corrispondenti ai pagamenti eseguiti dal soggetto richiedente e comprovati da fatture quietanzate o da documenti contabili aventi forza probante equivalente.

Sono ammissibili le spese per:

 

  • viaggio, vitto e alloggio
  • canoni utilizzo impianti sportivi
  • pubblicità
  • coppe, medaglie, targhe
  • canoni ed oneri locativi
  • utenze e servizi
  • materiale di consumo
  • compensi ed oneri previdenziali per collaborazioni
  • rimborsi spese e indennità per attività commissioni
  • assemblee regionali
  • trasferimenti ai comitati periferici
  • organizzazione campionati e manifestazioni
  • spese arbitrali
  • acquisto materiale sportivo
  • tesseramento/tasse federali
  • corsi aggiornamento o qualificazioni similari

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse finanziarie disponibili per la realizzazione degli interventi relativi ai contributi di cui al presente Bando verranno stabilite dal Programma annuale 2021, che verrà approvato con Deliberazione della Giunta regionale. 

Scadenza

10 settembre 2021