L.R. 14/2016. Finanziamento a fondo perduto fino all’80% per la promozione e commercializzazione dei prodotti turistici piemontesi. Anni 2020/2021.

 

Al fine di incrementare i flussi turistici verso e all’interno del Piemonte e sviluppare l’economia turistica regionale, la regione Piemonte ha deciso di sostenere i progetti di promozione e commercializzazione di prodotti turistici regionali attraverso la concessione di contributi alle Agenzie Turistiche Locali (ATL) e ai consorzi di operatori turistici riconosciuti.

Soggetti beneficiari

Possono partecipare Consorzi di operatori turistici riconosciuti.

Tipologia di interventi ammissibili

I progenti sovvenzionabili devono essere finalizzati:

  • al miglioramento della qualità dell’accoglienza turistica piemontese, mediante l’attivazione di nuovi servizi o potenziamento e messa in sicurezza di quelli esistenti nel rispetto delle misure introdotte dalle Autorità competenti a seguito dell’emergenza sanitaria;
  • a favorire l’accessibilità per tutti e migliorare la fruizione delle eccellenze turistiche del territorio di competenza nel rispetto delle regole di “contingentamento” introdotte dalle competenti Autorità a seguito dell’emergenza sanitaria;
  • a promuovere l’immagine del Piemonte anche mediante attività su web e social.

 

Per la realizzazione di progetti di promozione e commercializzazione dei prodotti turistici regionali, le azioni ammesse a contributo sono quelle riferite a:

– produzione di materiale promo-pubblicitario, informativo, di comunicazione e di commercializzazione e relativa diffusione, anche on-line funzionale alle finalità dei soggetti;

– organizzazione di workshop con modalità che consentano la partecipazione anche “a distanza”;

– predisposizione e promozione di pacchetti turistici;

– attivazione/potenziamento/adeguamento dei servizi rivolti ai turisti, per favorire l’accessibilità e la fruizione delle eccellenze turistiche del territorio di competenza in condizioni di sicurezza, nel rispetto delle regole di “contingentamento” introdotte dalle competenti Autorità;

– progetti di formazione a distanza su tematiche relative al miglioramento dell’accoglienza e della promo-commercializzazione, rivolti al personale e agli operatori;

– informazione, comunicazione, promozione e promo-commercializzazione realizzata via web, social, ecc. e/o mediante iniziative/eventi realizzati “sul campo” in condizioni di sicurezza.

 

Le spese – in capo ai beneficiari del contributo – devono riferirsi a una o più delle seguenti categorie ed essere strettamente correlate alle finalità e azioni del progetto di promocommercializzazione oggetto della richiesta di contributo:

1. spese per collaborazioni, servizi e forniture;

2. spese di noleggio e/o acquisto attrezzature, prodotti hardware e software strettamente funzionali alle attività di progetto, il cui costo unitario sia inferiore a 516,46 euro;

3. spese per interventi necessari alla sanificazione dei locali direttamente utilizzati per le attività di progetto;

4. altre spese necessarie a modificare le modalità di realizzazione delle azioni previste in progetto, al fine di adeguarle rispetto alle esigenze di sicurezza e distanziamento sociale conseguenti all’emergenza sanitaria Covid;

5. spese del personale coinvolto nelle attività di progetto svolte anche in smart working nel limite del 70% della somma dei costi di progetto individuati dai punti da 1 a 5. Non possono essere valorizzate tra i costi di progetto le spese del personale che svolge attività di tipo amministrativo-contabile non connessa al progetto;

6. spese d’ufficio e amministrative nel limite del 10% del totale degli altri costi (punti da 1 a 5) e non dovranno essere rendicontate.

Le spese ammesse a contributo sono quelle riferite alle attività progettuali realizzate a partire dal 10 marzo 2020 e concluse entro il 31 marzo 2021.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di Euro 1.113.665,23.

Per ciascun progetto è previsto un contributo determinato sulla base delle spese ammissibili a preventivo; l’entità del contributo non potrà superare l’80% della spesa ammessa e il limite di € 120.000,00.

Sono esclusi dal finanziamento progetti il cui valore complessivo delle spese ammissibili sia inferiore a euro 20.000,00.

Scadenza

Le domande devono essere inviate entro il 16/12/2020.