L.R 13/2021. Finanziamento a fondo perduto fino al 100% alle parrocchie per manutenzione straordinaria, ristrutturazione o completamento di edifici e pertinenze di proprietà.

 

Il presente bando prevede la concessione di contributi “una tantum” alle parrocchie fino a un importo massimo di 100.000 euro a intervento e fino al 100 per cento della spesa ammissibile per opere di manutenzione straordinaria, ristrutturazione o completamento di edifici e relative pertinenze di proprietà, destinati al culto o al ministero religioso o ad altre attività parrocchiali, ivi comprese le strutture ricettive a carattere sociale, ubicati sul territorio regionale.

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare del contributo esclusivamente le parrocchie.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono finanziabili opere di manutenzione straordinaria, ristrutturazione o completamento di edifici e relative pertinenze di proprietà, destinati al culto o al ministero religioso o ad altre attività parrocchiali, ivi comprese le strutture ricettive a carattere sociale, ubicati sul territorio regionale.

 

Gli interventi devono essere necessari a superare o limitare almeno una delle seguenti fattispecie:

 

a) tutela della pubblica incolumità o salvaguardia del bene oggetto dell’intervento medesimo;

b) adeguamento degli immobili alle normative in materia di sicurezza o di superamento delle barriere architettoniche;

c) eliminazione di materiali nocivi o pericolosi;

d) valorizzazione culturale, sociale, storico o ambientale del bene oggetto dell’intervento.

 

Gli interventi devono iniziare dopo la presentazione della domanda.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è pari a 2.500.000 euro per l’anno 2021.

 

Il contributo è riconosciuto fino a un importo massimo di 100.000 euro a intervento e fino al 100 per cento della spesa ammissibile.

Scadenza

31 ottobre 2021


Qualora le disponibilità finanziarie siano insufficienti rispetto alle domande ammissibili presentate, la concessione del contributo è disposta secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande medesime.