L.R. 13/2013. Finanziamento a fondo perduto per il sostegno alle start-up innovative nel settore dei videogame.

 

La Regione Lazio e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, attraverso il presente Avviso, intendono sostenere l’avviamento e lo sviluppo di 10 Start-Up Innovative, di cui 2 ancora da costituire al momento della Domanda (le Startup Innovative Costituende).

Ad ogni Start-Up Innovativa può essere agevolato un unico Progetto riguardante lo sviluppo di un videogioco di intrattenimento da portare sul mercato internazionale che al momento della Domanda deve essere disponibile almeno in una versione giocabile (prototipo) e deve concludersi al più tardi entro 12 mesi dalla concessione dell’agevolazione.

L’agevolazione consiste in un contributo sui costi del Progetto e la partecipazione ad un programma di accelerazione della durata di circa tre mesi, nell’ambito del nuovo acceleratore diffuso dedicato all’industria del videogame “Cinecittà Game Hub” da realizzare con la supervisione dei tecnici appositamente designati dall’Istituto Luce Cinecittà, a cui seguirà un demo day, vale a dire una presentazione strutturata ad un pubblico di publisher e investitori.

Soggetti beneficiari

I Beneficiari devono essere Start-up Innovative (vale a dire iscritte nell’apposita sezione speciale del Registro delle Imprese Italiano e avere la Sede Operativa principale nel Lazio al più tardi al momento della prima erogazione del contributo.

Le società già costituite devono essere già Start-Up Innovative al momento della presentazione della Domanda.

Le 2 Startup Innovative Costituende da agevolare saranno selezionate, dopo una prima valutazione, a seguito della partecipazione ad un percorso di Go to Market, articolato in 12 giornate nel corso di un mese, a cura di Lazio Innova – Spazio Attivo di Zagarolo, propedeutico alla valutazione definitiva e alla concessione del Contributo.

Per le Start-Up Innovative costituende la Domanda è presentata da un Promotore, uno dei partecipanti al team di sviluppo del Progetto, che deve risultare Legale Rappresentante o socio della Start-up Innovativa Beneficiaria a seguito della sua costituzione e iscrizione nell’apposita sezione speciale del Registro delle Imprese Italiano.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono costi ammissibili quelli necessari a realizzare il progetto e comprendono:

 

  • Costi per servizi di accelerazione:

 

    • spazi, allaccio e consumo di utenze
    • attività di coordinamento amministrativo e organizzato
    • project leader dedicato
    • 2 o 3 tutor dedicati
    • esperti e mentor internazionali del settore
    • fornitura di materiali di consumo
    • utilizzo e riadattamento del materiale dell’Archivio Luce per lo sviluppo del prodotto
    • altri servizi/beni

 

  • costi da rendicontare:

 

    • spese per l’acquisto di beni ammortizzabili sia materiali che immateriali, quali attrezzature, software, licenze, diritti di privativa industriale

 

  • costi del personale a forfait

Entità e forma dell’agevolazione

L’avviso ha una dotazione finanziaria di euro 600.000,00.

 

Il contributo per ogni Start-Up Innovativa beneficiaria è pari complessivamente a 60.000 Euro di cui:

 

A. 15.000 Euro per un uguale ammontare di servizi di accelerazione forniti dall’Istituto Luce Cinecittà;

B. 35.000 Euro per Costi Ammissibili da sostenersi nei confronti di terzi e da rendicontare e;

C. 10.000 Euro per l’impegno dedicato al Progetto dai soci e amministratori della Start-Up Innovativa Beneficiaria, riconosciuti in misura forfettaria e indipendentemente dall’esistenza di un rapporto economico con la Start-up Innovativa e dalla sua entità.

Scadenza

La richiesta di contributo deve essere presentata a partire dalle ore 12:00 del 28 gennaio 2021 fino alle ore 18:00 del 12 aprile 2021.