L.R. 11/2018 e 13/2020. Finanziamento a fondo perduto rivolto ai soggetti che nel biennio 2018/2019 hanno sottoscritto un rapporto di convenzione con la Regione Piemonte negli ambiti: promozione attività culturali, patrimonio linguistico, spettacolo.

 

Il contributo sostiene programmi relativi a uno dei seguenti ambiti di attività:


1) attività musicali;

 2attività teatrali

3circo contemporaneo; 

4) cinema, audiovisivo e multimedialità 

5arti plastiche e visive;

 6) attività di promozione culturale (convegni, seminari, festival culturali, divulgazione scientifica e culturale

7) attività di promozione educativa (perfezionamento musicale post-accademico e perfezionamento nelle altre discipline dello spettacolo; 

8patrimonio linguistico e culturale del Piemonte.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda di contributo enti non lucrativi di diritto privato (quali, ad esempio, Associazioni, Fondazioni, altri Enti del Terzo Settore), pubbliche amministrazioni, imprese, che nel biennio 2018-2019 hanno sottoscritto un rapporto di convenzione con la Regione Piemonte negli ambiti della promozione delle attività culturali, del patrimonio linguistico e dello spettacolo.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili alla fase istruttoria programmi per la realizzazione di iniziative di cui al presente Avviso che si svolgano tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2020, salvo programmi che per loro natura sono caratterizzati dallo scavalco fra gli anni 2020/2021, in quanto connessi al calendario scolastico. Tali tipologie di attività si devono concludere entro il 30 giugno 2021, purché una parte significativa delle stesse sia realizzata nell’anno 2020.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo previsto per il sostegno ai programmi di promozione delle attività culturali, del patrimonio linguistico e dello spettacolo è pari complessivamente ad Euro 1.163.500,00, di cui:

– Euro 1.072.000,00 a favore di soggetti privati;

– Euro 64.000,00 a favore di Pubbliche Amministrazioni;

– Euro 27.500,00 a favore di imprese.

 

Il contributo massimo richiedibile e assegnabile non può superare l’importo più elevato assegnato nel biennio 2018/2019 e, in ogni caso, non può essere superiore ad Euro 120.000,00.

Scadenza

30 novembre 2020