Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai. Bando spazi verdi 2021. Finanziamento a fondo perduto per la realizzazione e/o recupero di spazi verdi.

 

Il Bando ha come obiettivo di finanziare o co-finanziare progetti in ambiti urbani ed extraurbani, inclusi parchi e riserve, che promuovano la valorizzazione, la realizzazione e il recupero di spazi verdi, con il coinvolgimento diretto della cittadinanza, delle organizzazioni non governative e delle amministrazioni.

Obiettivi specifici:


  • La messa a dimora di alberi e arbusti in zone deprivate e/o a rischio di dissesto del terreno e/o per il disinquinamento dei suoli, delle acque e dell’aria;
  • La realizzazione di interventi “green” a favore del contrasto alle emissioni di CO2;
  • La realizzazione di interventi “green” che migliorino l’ambiente inclusi il suo valore estetico e la sua valenza per la protezione della biodiversità;
  • Il sostegno alla promozione e fruizione di attività locali.

Soggetti beneficiari

Il Bando si rivolge alle realtà che intendano sviluppare una proposta progettuale coerente con i principi ispiratori dell’IBISG e gli obiettivi specifici dell’area d’intervento cui è rivolto.

I soggetti ammissibili potranno presentare un progetto sia singolarmente, che in associazione/partenariato con altri soggetti.

I soggetti proponenti o capofila dovranno essere organizzazioni senza scopo di lucro e/o imprese sociali aventi una delle seguenti forme giuridiche:

 

– Società in accomandita per azioni;

– Società cooperativa a responsabilità limitata;

– Società per azioni;

– Società a responsabilità limitata;

– Società a responsabilità limitata specificata;

– Associazione non riconosciuta;

– Associazione;

– Comitato;

– Fondazione.

 

I soggetti proponenti o capofila dovranno inoltre dimostrare:

 

– Un’esperienza specifica coerente con l’oggetto del Bando, documentata anche attraverso il curriculum vitae dell’ente proponente;

– Una comprovata esperienza nel settore di almeno quattro anni;

– Di avere sede legale in Italia.

Tipologia di interventi ammissibili

Le azioni previste per il raggiungimento dei risultati attesi dovranno rientrare in almeno quattro delle seguenti tipologie:

 

– Azioni a favore del contrasto alle emissioni di CO2;

– Azioni che presentino interventi di prevenzione del dissesto del terreno;

– Azioni che presentino un alto grado di circolarità (a titolo esemplificativo: partendo dalla messa e dimora di piante in luoghi attualmente degradati, che possano nel tempo migliorare la qualità dell’ambiente, ridurre gli inquinamenti, mitigare gli effetti di eventi metereologici estremi e la cui cura e manutenzione possano creare lavoro e/o essere utilizzati come biomasse);

– Azioni che prevedano una gestione condivisa, in rete con altri enti, sia pubblici che privati (a titolo esemplificativo: scuole, assessorati competenti, guide ambientali, associazioni sportive, cooperative sociali, associazioni con progetti a favore di disabili, disoccupati, anziani, creazione di orti, compost, etc.);

– Azioni che prevedano l’implementazione di attività a miglioramento del benessere psicofisico dei partecipanti;

– Azioni che prevedano l’implementazione di attività sia educative finalizzate a creare consapevolezza del ruolo attivo di ogni persona a favore della tutela dell’ambiente, garantendo così la sostenibilità nel tempo dei progetti (ossia facendo scaturire il 7 desiderio di continuare a prendersi cura attivamente e in prima persona del proprio territorio anche ben oltre la fine del progetto); sia formative finalizzate a favorire percorsi di inserimento professionale;

– Azioni che prevedano un sostegno alla promozione e fruizione di attività locali.

 

Ai fini della ammissibilità, i progetti presentati dovranno dimostrare la propria aderenza ad almeno cinque dei seguenti requisiti che l’IBISG (Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai) richiede in coerenza con i propri valori, ovvero:

 

1. Mantenere un approccio rivolto alla tutela dei diritti umani e al dialogo

2. Stimolare la convivenza creativa

3. Tutelare l’ambiente

4. Sostenere l’empowerment delle persone

5. Fare emergere e premiare le buone pratiche

6. Mantenere una prospettiva temporale di medio/lungo termine.

7. Lavorare con un approccio di economia etica

8. Promuovere collaborazioni e partenariati

9. Investire sulla sostenibilità

Entità e forma dell’agevolazione

Il finanziamento del progetto potrà essere a totale copertura dello stesso (100% del costo del progetto), oppure a parziale copertura, con una quota di cofinanziamento da parte dell’IBISG non inferiore al 60% del costo totale del progetto.

L’importo stanziato a totale o parziale copertura (cofinanziamento) delle azioni previste dal Bando è pari a € 350.000,00 destinati a iniziative sul territorio nazionale, che prevedano un contributo minimo di € 80.000,00 e uno massimo di € 150.000,00 per ogni proposta progettuale ammessa.

Scadenza

30 Novembre 2021, ore 12:00