GAL Venezia Orientale. Intervento 4.1.1. Finanziamento a fondo perduto fino al 50% per gli investimenti volti a migliorare le prestazioni e la sostenibilità globali dell’azienda agricola.

 

Il tipo di intervento consiste nel sostegno agli investimenti strutturali e dotazionali nelle aziende agricole che consentano di:

• migliorare la redditività dell’impresa, condizione necessaria per potenziare la competitività dell’agricoltura;

• favorire innovazione, differenziazione di prodotto, nuove forme di commercializzazione;

• aumentare l’integrazione territoriale delle imprese mediante la riduzione degli impatti negativi dell’agricoltura sull’ambiente;

• favorire la crescita delle aziende in particolare quelle condotte da giovani agricoltori;

• di favorire l’approvvigionamento di energia per autoconsumo con il duplice scopo di incrementare la produzione regionale di energia di origine rinnovabile e, contemporaneamente, di ridurre le emissioni gassose in atmosfera generate dall’attività di allevamento degli animali ovvero da impianti alimentati da fonti fossili.

Ambito territoriale di applicazione

L’ambito territoriale interessato dall’applicazione del bando è rappresentato dall’Ambito Territoriale Designato (ATD) del GAL Venezia Orientale, che comprende l’insieme dei territori di 16 Comuni dislocati all’interno dell’ATD, costituito dal territorio dei comuni di: 1. Annone Veneto; 2. Caorle; 3. Cavallino-Treporti; 4. Ceggia; 5. Cinto Caomaggiore; 6. Concordia Sagittaria; 7. Eraclea; 8. Fossalta di Portogruaro; 9. Gruaro; 10. Jesolo; 11. Portogruaro; 12. Pramaggiore; 13. San Michele al Tagliamento; 14. San Stino di Livenza; 15. Teglio Veneto; 16. Torre di Mosto.

Soggetti beneficiari

a. Agricoltori

b. Cooperative agricole di produzione che svolgono come attività principale la coltivazione del terreno e/o allevamento di animali.

Tipologia di interventi ammissibili

Gli interventi ammissibili sono:

 

a. Interventi di miglioramento fondiario (sistemazioni fondiarie e idraulico-agrarie; impianti (compresi reimpianti e rinnovi) colture arboree da frutto; miglioramento di prati e pascoli);

b. Costruzione di fabbricati per la produzione, lavorazione, trasformazione, immagazzinamento, commercializzazione diretta in azienda dei prodotti aziendali e per ricovero macchine/attrezzature;

c. Acquisto/Acquisto con ristrutturazione/Ristrutturazione di fabbricati per la produzione, lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione diretta in azienda dei prodotti aziendali e per ricovero macchine/attrezzature;

d. Ristrutturazione di fabbricati per la produzione, lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione diretta in azienda dei prodotti aziendali con utilizzo di materiale da costruzione che migliori l’efficienza energetica;

e. Investimenti per l’eliminazione e sostituzione dell’amianto;

f. Investimenti strutturali ed impianti per lo stoccaggio, il trattamento e la gestione dei residui agricoli e dei reflui aziendali comprese le strutture realizzate con tecnologie volte alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra;

g. Acquisto di macchine e attrezzature;

h. Acquisto di macchine e attrezzature per la riduzione dell’impatto ambientale, il miglioramento del benessere animale e la conservazione del suolo (agricoltura conservativa, agricoltura di precisione):

 

i. Investimenti per l’agricoltura di precisione

ii. Attrezzature per l’agricoltura conservativa

iii. Attrezzature volte alla riduzione della dispersione dei prodotti fitosanitari:

 

1. Dispositivi per agevolare il riempimento della macchina irroratrice e prevenire l’inquinamento durante tale operazione

2. Dispositivi per il lavaggio dei contenitori vuoti dei prodotti fitosanitari

3. Attrezzature per la distribuzione dei prodotti fitosanitari finalizzate alla riduzione dell’inquinamento ambientale e certificate ENAMA-ENTAM:

 

• Atomizzatori a tunnel con pannelli recuperatori

• Atomizzatori con convogliatori d’aria a torretta

• Atomizzatori con diffusori multipli orientabili

• Barre irroratrici con campana antideriva

• Barre irroratrici con ugelli antideriva e distribuzione assistita mediante manica d’aria.

 

iv. Attrezzature per il controllo localizzato delle malerbe mediante sistemi fisici e meccanici

v. Attrezzature per il diserbo meccanico localizzato

vi. Attrezzature per la distribuzione e l’interramento dei liquami zootecnici vii. Sistemi per il miglioramento del benessere degli animali (ventilazione, raffrescamento, illuminazione, gestione dell’acqua di abbeveraggio, condizioni di stabulazione) viii. Automazione operazione di mungitura con sistemi di controllo in continuo della qualità del latte

 

ix. Investimenti per la preparazione e gestione automatizzata delle razioni alimentari

i. Investimenti per la produzione di energia, a esclusivo uso aziendale, a partire da:

 

i. fonti agro-forestali

ii. fonti rinnovabili (solare termico, fotovoltaico, eolico, geotermico)

iii. reflui provenienti dall’attività aziendale.

 

j. Investimenti volti alla depurazione delle acque reflue derivanti dall’attività di trasformazione dei prodotti;

k. Investimenti finalizzati alla difesa attiva volti a proteggere le coltivazioni dagli effetti negativi degli eventi meteorici estremi e dai danni derivanti dagli animali selvatici e a proteggere gli allevamenti dall’azione dei predatori.

l. Investimenti in hardware e software finalizzati all’adozione di tecnologie di informazione e comunicazione (TIC), al commercio elettronico, all’acquisizione di competenze digitali (e-skills) e all’apprendimento in linea (elearning) nonché allacciamento alla rete.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo complessivo a bando è pari ad euro 108.789,14.

I contributi, calcolati sulla spesa ammissibile, sono così modulati:

 

  Investimenti per la trasformazione/commercializzazione Altri investimenti
Imprese agricole condotte da giovani agricoltori entro 5 anni dall’insediamento 40% 50%
Altre imprese agricole 40% 50%

 

a. L’importo massimo di spesa ammissibile per domanda è pari ad euro 50.000,00 (cinquantamila/00).

b. L’importo minimo di spesa ammissibile per domanda è pari ad euro 15.000,00 (quindicimila/00). Al di sotto di tali importi, l’istanza verrà ritenuta non ammissibile.

Scadenza

Termine per presentare le domande di aiuto: 17 giugno 2021.