GAL Trasimeno Orvietano. Intervento 19.2.1. Azione 6. Finanziamento a fondo perduto pari all’80% per la riqualificazione e valorizzazione dei paesaggi rurali.

 

L’azione risponde ai seguenti fabbisogni di sviluppo:

– riqualificare e valorizzare il patrimonio storico-culturale-ambientale e del paesaggio ed evitare lo spopolamento dei borghi e delle aree rurali;

– migliorare l’attrattività e l’accessibilità dei territori rurali dal punto di vista sociale e turisticoculturale.

 

Gli obiettivi degli interventi che si intende promuovere sono volti:

– alla valorizzazione, al recupero e alla conservazione del patrimonio storico, culturale, artistico, architettonico, archeologico, paesaggistico ed etnoantropologico a fini turistici, didattici e dimostrativi;

– alla valorizzazione delle risorse paesaggistiche, ambientali e naturalistiche tramite interventi di restauro e riqualificazione e con il ripristino delle funzioni eco-sistemichedei siti naturali;

– alla riqualificazione della rete escursionistica, della rete di percorsi ciclo-pedonali e della rete dei percorsi tematici di importanza strategica regionale nonché delle micro reti ecologiche sulle quali sviluppare percorsi dedicati alla mobilità lenta (piste pedonali, ciclabili, ippovie);

– alla salvaguardia del valore di testimonianza della memoria e delle tradizioni locali;

– a contrastare il degrado e l’abbandono del patrimonio locale.

 

Il presente avviso prevede una riserva finanziaria per i progetti facenti parte del percorso di progettazione ITI.

Soggetti beneficiari

Beneficiari del presente Avviso sono gli Enti pubblici.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i costi sostenuti per investimenti realativi a:

 

– riqualificazione funzionale del patrimonio architettonico, ambientale e paesaggistico, a scopo didattico, dimostrativo e turistico (ad esclusione delle strutture dedicate alla ricettività temporanea e alla ristorazione);

– riqualificazione naturalistica ed infrastrutturale di siti ad alto valore naturalistico;

– promozione e informazione connessi alle finalità della misura;

– studi connessi alle finalità della sottomisura;

– attività di informazione e di sensibilizzazione ambientale (ad es. centri visita nelle Aree naturali protette, azioni pubblicitarie, interpretazione e percorsi tematici) rivolte alla cittadinanza, agli stakeholders e ai rilevatori, anche volontari;

– acquisto e posa in opera di impianti, macchinari, arredi ed attrezzature funzionali agli interventi realizzati compreso hardware e software;

– azioni di salvaguardia del patrimonio immateriale coerente con le finalità della misura.

 

Sono ammissibili a beneficiare del sostegno previsto dal presente Bando unicamente le seguenti voci di spesa:


a) miglioramento di beni immobili (terreni e fabbricati);

b) acquisto o leasing di nuovi macchinari e attrezzature fino a copertura del valore di mercato del bene;

c) spese generali collegate alle spese di cui alle lettere a) e b) come onorari di architetti, ingegneri e consulenti, compensi per consulenze in materia di sostenibilità ambientale ed economica, inclusi studi di fattibilità anche se, in base ai loro risultati, non sono effettuate spese a titolo delle spese di cui alle lettere a) e b).

d) investimenti immateriali: acquisizione o sviluppo di programmi informatici e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali;

 

L’azione oggetto del presente Avviso interessa l’intero territorio di competenza del GAL Trasimeno Orvietano. Più specificatamente è rivolta ai Comuni delle due aree:

 

AREA TRASIMENO: Magione, Passignano sul Trasimeno, Tuoro sul Trasimeno, Castiglione del lago, Città della Pieve, Piegaro, Panicale e Paciano.

AREA ORVIETANO: San Venanzo, Montegabbione, Monteleone d’Orvieto, Fabro, Parrano, Ficulle, Allerona, Orvieto, Porano, Castel Viscardo e Castel Giorgio.

I Comuni facenti parte del percorso di progettazione ITI “Progetto integrato d’area del bacino del Trasimeno” sono i seguenti: Castiglione del Lago, Città della Pieve, Magione, Paciano, Panicale, Piegaro, Passignano sul Trasimeno e Tuoro sul Trasimeno.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria disponibile è così suddivisa:

 

RISORSE ORDINARIE € 100.000,00

– Tetto minimo di spesa ammissibile: € 20.000,00

– Tetto massimo di spesa ammissibile: € 50.000,00

 

RISORSE STRATEGIA ITI TRASIMENO € 708.824,00

 

Il contributo pubblico a fondo perduto è pari all’80% della spesa ritenuta ammissibile.

Scadenza

La domada deve essere trasmessa entro le ore 13:00 del 21 gennaio 2021.