GAL Tirreno Eolie. PSR 2014/2020. Operazione 6.4.c. Finanziamento a fondo perduto per la creazione o lo sviluppo di attività extra-agricole nei settori del commercio, artigianale, turistico, dei servizi e dell’innovazione tecnologica.

 

Il Bando si propone di supportare gli investimenti per la creazione e lo sviluppo di attività extra-agricole nelle zone rurali, favorendo sia la creazione di nuovi posti di lavoro che la erogazione di servizi finalizzati al miglioramento della qualità della vita delle comunità locali nei territori rurali.

L’azione risponde al fabbisogno di “Incentivare la creazione, l’avvio e lo sviluppo di attività economiche extra-agricole, in particolare per giovani e donne” e contribuisce direttamente a “Stimolare lo sviluppo locale nelle zone rurali”.

Soggetti beneficiari

I beneficiari della operazione sono:

• gli agricoltori (imprenditori agricoli) ed i coadiuvanti familiari, che diversificano la loro attività attraverso l’avvio di attività extra-agricola;

• le persone fisiche;

• le microimprese e le piccole imprese.

 

L’ambito di intervento è costituito dalle aree rurali ricadenti nel del territorio dei comuni del GAL “Tirreno Eolie”.

Tipologia di interventi ammissibili

Gli interventi ammissibili sono:

• ristrutturazione, recupero, riqualificazione e adeguamento di beni immobili strettamente necessari allo svolgimento dell’attività;

• acquisto di nuovi macchinari, attrezzature e mobilio da destinare allo svolgimento degli interventi di progetto;

• acquisto di hardware e software finalizzati alla gestione delle attività extra-agricole;

• realizzazione siti internet e di tutte le nuove forme di promozione online, ad esclusione dei costi di gestione;

• nonché la realizzazione di servizi e l’acquisto di dotazioni durevoli necessari per l’attività da realizzare;

• realizzazione di opere connesse al superamento di barriere architettoniche e di prevenzione dei rischi, rientranti nelle spese riguardanti il miglioramento del bene immobile, con conseguente innalzamento del livello di fruibilità.

 

Inoltre sono ammissibili le seguenti spese generali, che possono essere ammesse a contributo sino alla percentuale massima del 12% dell’importo dei lavori e così distinte:

1) onorari di professionisti e/o consulenti, per:

• studi di fattibilità;

• valutazioni di incidenza e di impatto ambientale;

• stesura e predisposizione di tutti gli elaborati progettuali a corredo della domanda di sostegno;

• direzione, contabilizzazione, rendicontazione e collaudo dei lavori;

• predisposizione della documentazione tecnico-contabile e amministrativa ai fini della presentazione delle domande di pagamento anticipo, SAL e saldo, nonché della domanda di sostegno;

• redazione del piano di sicurezza e coordinamento.

 

2) altre spese:

• spese per consulenze finanziarie;

• spese per la tenuta di conto corrente, purché trattasi di c/c appositamente aperto e dedicato esclusivamente all’operazione, con esclusione degli interessi passivi;

• spese per garanzie fideiussorie per la concessione di anticipi;

• spese inerenti all’obbligo di informazione e pubblicità sugli interventi finanziati dal FEASR (targhe, cartelloni, ecc.).

Entità e forma dell’agevolazione

Nell’ambito della presente operazione il contributo pubblico massimo concedibile è pari a € 100.000,00.

L’importo minimo dell’iniziativa progettuale è pari ad € 30.000,00.

Scadenza

Proroga scadenza al 16/01/2021.