GAL Terre di Murgia s.c.ar.l. Intervento 4.2. Finanziamento a fondo perduto pari all’80% per il miglioramento e l’espansione dei servizi destinati alla popolazione: spazi ricreativi, culturali e di incontro per la collettività.

 

Con il presente Avviso Pubblico si attiva Azione 4 –Investimenti finalizzati alla rivitalizzazione dell’Area Gal e al miglioramento dell’attrattività territoriale attraverso interventi sul patrimonio rurale, anche legato ad attività ricreative e servizi di base 4.2 – Sostegno al miglioramento e all’espansione dei servizi di base a livello locale per la popolazione rurale: spazi ricreativi, culturali e più in generale di incontro e scambio per la collettività del Piano di Azione Locale (PAL) 2014/2020 “Tesori di Murgia 4.0” presentato dal GAL Terre di Murgia s.c.ar.l. all’interno del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Puglia.

Gli interventi devono essere realizzati esclusivamente nell’area territoriale di competenza del GAL Terre di Murgia s.c.ar.l. coincidente con i territori dei Comuni di Altamura, Bitetto, Cassano delle Murge, Sannicandro di Bari, Santeramo in Colle e Toritto.

Soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari del presente Avviso Pubblico sono esclusivamente le Amministrazioni Comunali ricadenti nel territorio del GAL Terre di Murgia (Altamura, Bitetto, Cassano delle Murge, Sannicandro di Bari, Santeramo in Colle e Toritto).

Tipologia di interventi ammissibili

Gli investimenti devono essere relativi a:

 

a) Adeguamento e allestimento di strutture e relative aree di pertinenza, funzionali alla introduzione, implementazione e/o miglioramento di servizi pubblici, attività artistiche, culturali, educative, didattiche, di tempo libero, per lo sport, attività ricreative in genere e di valorizzazione territoriale (es. castelli, musei, biblioteche, mediateche, centri polivalenti, spazi collettivi, fab-lab, co-working, strutture per il tempo libero e lo sport)

b) Erogazione dei servizi con mezzi alternativi ed eco-sostenibili di sistemi di trasporto pubblico

c) Realizzazione di punti di libero accesso alla rete (hot spot, wi-fi).


Sono considerate ammissibili le seguenti spese:


  • acquisto di strumenti, impianti, macchinari, arredi e attrezzature nuove utili alla funzionalizzazione degli interventi; 
  • investimenti immateriali o software; soluzioni ICT che agevolino la fruizione (realtà virtuali, 3D, realtà impatto aumentato, strumenti di accesso alla rete wi-fi), brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali; allestimento di laboratori informatici, didattici, multimediali, biblioteche di quartiere, laboratori per la tutela ambientale; 
  • miglioramento dei collegamenti di trasporto pubblico e del sistema di trasporto pubblico zonale, locale e scolastico, compresi gli investimenti per lo sviluppo di sistemi informatici per la gestione del trasporto pubblico a chiamata, destinato alle popolazioni del territorio rurale; 
  • acquisto dei mezzi di trasporto eco-sostenibili per l’erogazione dei servizi relativi a mezzi alternativi ai sistemi di trasporto presenti nell’area rurale;
  • realizzazione di contenuti e materiali informativi, cartacei e multimediali;
  • spese generali, come onorari di professionisti/consulenti, studi di fattibilità e progettazione definitiva ed esecutiva connessi al progetto presentato, nella misura massima del 10 % del costo totale degli investimenti ammissibili. Nel caso di progetti che prevedono la sola fornitura di attrezzature, arredi e macchinari le spese generali saranno riconosciute fino alla concorrenza del 5 %.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione Finanziaria è di € 180.000,00.


Il sostegno è concesso nella forma di contributo pari all’ 80% della spesa ammessa a finanziamento. L’investimento massimo ammissibile non può essere superiore a Euro 180.000,00 (centottantamila/00) e inferiore ad Euro 20.000,00 (ventimila/00).

Scadenza

Proroga presentazione domande all’8 marzo 2021.