GAL Terra d’Arneo. Misura 3.2. Finanziamento a fondo perduto pari al 50% per prodotti e servizi del parco della qualità rurale.

 

L’obiettivo dell’intervento è quello di sostenere la nascita o la crescita delle imprese per la produzione di beni e servizi nel campo delle attività extra-agricole, legate alla salvaguardia e alla valorizzazione delle tipicità locali, utili a riorganizzare e a qualificare la capacità produttiva del parco della qualità rurale terra d’Arneo, favorendo un rafforzamento della competitività territoriale.

Gli interventi devono essere realizzati nell’area territoriale di competenza del GAL Terra d’Arneo coincidente con i territori dei comuni di Alezio, Campi Salentina, Carmiano, Copertino, Galatone, Gallipoli, Guagnano, Leverano, Nardò, Porto Cesareo, Salice Salentino e Veglie.

Soggetti beneficiari

Microimprese e startup in forma singola e associata aventi unità operative nel territorio del GAL e che svolgano l’attività nei settori indicati nel bando.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ritenute ammissibili:

 

– attività di trasformazione dei prodotti agricoli in prodotti non compresi nel bando

– attività artigianali innovative, della tradizione e vecchi mestieri

– ristorazione tipica e d’asporto con la salvaguardia della tipicità

– attività commerciali, singole e associate, per la vendita di prodotti agroalimentari, artigianali e della tradizione, anche con l’utilizzo di forme e modalità innovative

– servizi socioassistenziali, socioeducativi e ricreativi collegati alla valorizzazione della dimensione rurale e ambientale

 

Sono ammissibili al sostegno le seguenti voci:

 

– ristrutturazione, ammodernamento e adeguamento funzionale di immobili esistenti destinati all’attività ed interventi di sistemazione degli spazi circostanti

– acquisto di strutture e vetrine, fisse e amovibili, rimorchi o carrelli autonegozio trainabili, caretti a pedali o elettrici, piccoli mezzi di locomozione motorizzati o elettrici, esclusivamente utilizzati per la promozione, commercializzazione dei prodotti artigianali e per la degustazione delle produzioni

– onorari di consulenti, progettisti per la progettazione degli investimenti di cui sopra nonchè spese generali.

Entità e forma dell’agevolazione

L’aiuto sarà concesso nella forma di contributo a fondo perduto pari al 50%.

L’importo massimo degli investimenti, in termini di contributo pubblico, è pari ad euro 30.000 per investimenti aziendali e ad euro 50.000 per investimenti in forma associata.

Scadenza

Riapertura bando. Le domande dovranno essere inviate entro l’8 Novembre 2021