GAL Terra d’Arneo. Intervento 2.3. Finanziamento a fondo perduto pari al 50% per l’ospitalità sostenibile.

 

L’itervento prevede il sostegno alla creazione di nuovi servizi, anche a carattere innovativo, funzionali a migliorare l’accoglienza turistica del territorio e la fruizione del comprensorio, utili a riorganizzare e qualificare l’ospitalità rurale. Si intende pertanto agevolare la nascita di servizi di trasporto, visite guidate ed escursioni, servizi di benessere della persona e degli animali ecc.

Saranno incoraggiata gli operatori del turismo che, attraverso la costituzione di aggregazioni, intendono avviare o potenziare la gestione coordinata e sinergica delle attività e dei servizi connessi all’ospitalità e all’accoglienza turistica.

Gli interventi devono essere realizzati nell’area territoriale di competenza del GAL Terra d’Arneo coincidente con i territori dei comuni di Alezio, Campi Salentina, Carmiano, Copertino, Galatone, Gallipoli, Guagnano, Leverano, Nardò, Porto Cesareo, Salice Salentino e Veglie.

Soggetti beneficiari

Microimprese e startup in forma singola e associata aventi unità operativa nel territorio del GAL e che svolgano l’attività nei settori oggetto di sostegno.

Le imprese devono essere in possesso dei Codici Ateco indicati nel bando.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ritenuti ammissibili:

 

– servizi per la qualificazione dell’offerta turistica

– servizi per la mobilità e la fruizione dell’offerta turistica

– servizi per la promozione e gestione dell’offerta turistica

 

Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

 

– ristrutturazione, ammodernamento e adeguamento funzionale di immobili esistenti destinati all’attività ed interventi di sistemazione degli spazi circostanti

– acquisto di strutture amovibili, anche in più unità modulari, collegate e funzionali allo svolgimento dell’attività

– acquisto di macchinari, attrezzature, arredi ed impianti strettamente funzionali all’attività

– acquisto di piccoli mezzi di locomozione e trasporto turistico

– investimenti finalizzati a migliorare la fruibilità dell’offerta ricettiva e l’attrattività dell’offerta tramite collaborazioni tra imprese

– onorari di consulenti, progettisti per la progettazione degli investimenti di cui sopra nonchè spese generali.

Entità e forma dell’agevolazione

L’aiuto sarà concesso nella forma di contributo a fondo perduto pari al 50%.

L’importo massimo degli investimenti è pari ad euro 35.000,00 per investimenti aziendali e ad euro 60.000 per investimenti in forma associata.

Scadenza

Riapertura bando. Le domande devono essere inviate entro l’8 Novembre 2021.