GAL Terra Barocca. Misura 19.2.6.2. Ambito 1. Finanziamento a fondo perduto per l’avviamento di attività extra-agricole nelle zone rurali.

 

Gli interventi elencanti nel bando sono finalizzati a favorire l’avviamento di nuove attività imprenditoriali in ambito extra-agricolo al fine di aumentare le possibilità di impiego nelle aree rurali, contribuendo positivamente ai processi di innovazione in area rurale e al mantenimento di un tessuto sociale in aree altrimenti potenzialmente soggette ad abbandono. Si intendono sostenere le attività rivolte al completamento di filiere locali e alla valorizzazione delle specificità culturali e enogastronomiche connesse alle produzioni agricole e alimentari di qualità. Gli investimenti potranno quindi essere rivolti anche ad attività imprenditoriali di trasformazione e commercializzazione di produzioni agricole in prodotti non compresi nel presente bando.

Soggetti beneficiari

Il presente bando è rivolto a:

• agricoltori o coadiuvanti familiari, che diversificano la loro attività avviando interventi di tipo extra-agricolo;

• persone fisiche;

• micro imprese di nuova costituzione.

 

Lo status di “azienda ricadente nel territorio del GAL” è rispettato quando sia la sede legale che quella operativa ricadono all’interno dei comuni facenti parte del GAL.

COMUNE di: Ispica, Modica, Ragusa, Santa Croce Camerina, Scicli.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili gli interventi che riguardano:

• ristrutturazione, recupero, riqualificazione e adeguamento di beni immobili strettamente necessari allo svolgimento delle attività;

• acquisto di nuovi macchinari, attrezzature e mobilio nuovi, da destinare allo svolgimento degli interventi di progetto;

• acquisto di hardware e software finalizzati alla gestione delle attività extra-agricole, nonché di attrezzature info-telematiche per l’accesso a collegamenti ad alta velocità;

• realizzazione siti internet e di tutte le nuove forme di promozione online, ad esclusione dei costi di gestione nonché la realizzazione di servizi e l’acquisto di dotazioni durevoli necessari per l’attività da realizzare;

• realizzazione di opere connesse al superamento di barriere architettoniche e di prevenzione dei rischi, rientranti nelle spese riguardanti il miglioramento del bene immobile, con conseguente innalzamento del livello di fruibilità;

• investimenti per l’auto-approvvigionamento di energia da fonti rinnovabili, integrati e proporzionati con gli interventi di cui ai punti precedenti.

 

Sono considerate ammissibili le spese per la realizzazione con specifico riferimento ai prezziari regionali per:

• opere con prezzi unitari desunti dal vigente prezzario regionale per opere ed interventi in agricoltura e nel settore forestale;

• opere non contemplate nel prezzario agricoltura, con prezzi unitari desunti dai prezzari regionali vigenti, con una decurtazione del 10%;

• tipologie di opere specifiche non desumibili dai prezzari di riferimento, con prezzi unitari desunti da specifiche analisi prezzi, corredati da tabelle provinciali per la manodopera, listini ufficiali dei prezzi elementari (elenco prezzi per i cantieri di lavoro dell’Assessorato Lavori Pubblici) e tabelle ufficiali con tempi di realizzazione;

• acquisizione di beni materiali (compresi hardware e software, attrezzature e macchinari), non compresi nelle voci dei prezzari di riferimento;

• spese finalizzate a garantire la visibilità delle opere realizzate, con attività informative e pubblicitarie.

 

Inoltre, sono ammissibili le seguenti spese generali fino ad un massimo del 12%:

1) onorari di professionisti e/o consulenti, per:

• studi di fattibilità;

• valutazioni di incidenza e di impatto ambientale;

• stesura e predisposizione di tutti gli elaborati progettuali a corredo della domanda di sostegno;

• direzione, contabilizzazione, rendicontazione e collaudo dei lavori;

• predisposizione della documentazione tecnico-contabile e amministrativa ai fini della presentazione delle domande di pagamento anticipo, SAL e saldo, nonché della domanda di sostegno;

• redazione del piano di sicurezza e coordinamento.

 2) altre spese:

• spese per consulenze finanziarie;

• spese per la tenuta di conto corrente, purché trattasi di c/c appositamente aperto e dedicato esclusivamente all’operazione, con esclusione degli interessi passivi;

• spese per garanzie fideiussorie per la concessione di anticipi.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria prevista è pari ad € 240.000,00.

Scadenza

Proroga scadenza al 15/01/2021.