GAL Provincia della Spezia. Misura 19.2. Operazione 4.2.1. Finanziamento a fondo perduto pari al 40% per gli investimenti nella trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli.

 

Lo studio per il rilancio della filiera del latte in Val di Vara svolto nell’ambito delle azioni preparatorie per la definizione della Strategia di Sviluppo Locale, ha reso evidente che per incrementare la produzione del latte, in particolare quello biologico, sia necessario aumentare la produzione delle aziende certificate e convertire le aziende produttrici convenzionali. Con il Bando 16.4 Zootecnia Biologica si è finanziata l’attuazione di un progetto di Cooperazione, tra imprese agricole e operatori della filiera della Val di Vara, per lo sviluppo e l’incremento della filiera del latte biologico al fine di raggiungere i seguenti obiettivi:

– consolidamento della filiera da latte biologico in Val di Vara;

– consolidamento e sviluppo delle filiere corte ed i mercati locali nel settore zootecnico latte biologico bovino ampliando al settore di produzione ovi-caprino, allo scopo di incrementare le produzioni di provenienza locale da destinare alla trasformazione;

– realizzazione di attività promozionali a raggio locale ad esse collegate a consolidamento del brand “Valle del Biologico”. 

Soggetti beneficiari

I beneficiari ammissibili al Bando sono esclusivamente le imprese che trasformano e commercializzano latte bio e facenti parte del Gruppo di Cooperazione finanziato a valere sul Bando GAL 16.4 Zootecnia Biologica.

Le imprese, aderenti al Gruppo di Cooperazione e quindi sottoscrittori di un Accordo Preliminare di Partenariato, devono avere la sede legale o almeno una sede operativa in Val di Vara dell’unità, come risultante dal fascicolo aziendale o dalla visura camerale.

Tipologia di interventi ammissibili

Saranno approvati i progetti che prevedono interventi per:

– la ristrutturazione di fabbricati adibiti alla trasformazione di latte bio;

– l’acquisto di attrezzature per la trasformazione e la commercializzazione del latte bio;

– spese generali e tecniche.

 

Gli interventi, per poter essere ammessi al sostegno e beneficiare del pagamento degli aiuti, devono ricadere all’interno del territorio della Val di Vara e precisamente nei seguenti Comuni: Beverino, Bolano, Borghetto di Vara, Brugnato, Calice al Cornoviglio, Carro, Carrodano, Follo, Maissana, Pignone, Riccò del Golfo, Rocchetta di Vara, Sesta Godano, Varese Ligure, Zignago.


Per il settore zootecnico gli investimenti connessi alla produzione del latte non caseificato sono ammissibili solamente se connessi al conferimento in mercati locali attraverso accordi di filiera locale ovvero: “accordi tra produttori, trasformatori, commercianti o utilizzatori del prodotto interessato, le cui attività di produzione, trasformazione e di vendita al consumatore finale devono avvenire entro un raggio di 70 Km”.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaia è di € 40.000,00.

Contributo a fondo perduto PARI al 40% della spesa ammissibile sostenuta per la trasformazione.

Scadenza

Le domande devono essere inviate entro il 15 gennaio 2021.