GAL Montefeltro Sviluppo. Misura 19.2.6.2. Finanziamento a fondo perduto per rafforzare il sistema economico extra-agricolo delle aree rurali, sostenere la competitività e l’innovazione e consolidare i legami intersettoriali.

 

La misura si pone l’obiettivo di sostenere la competitività del territorio e l’occupazione giovanile attraverso l’avviamento di microimprese caratterizzate da elementi di innovazione e di integrazione, allo scopo di poter produrre e mantenere all’interno del territorio del GAL un importante valore aggiunto in termini di creatività ed innovazione, consolidare i legami intersettoriali, valorizzare le peculiarità locali anche attraverso l’utilizzo delle nuove conoscenze e delle nuove tecnologie. Inoltre, ponendosi nell’ambito della implementazione dello strumento PIL, obiettivo collaterale è di sostenere le forme di aggregazione tra Comuni, per dar luogo ad una maggiore efficacia alle politiche di sviluppo programmato su aree vaste con obiettivi di breve e medio termine.

La presente misura si applica al territorio di operatività del GAL Montefeltro comprendente i seguenti Comuni della Provincia di Pesaro e Urbino: Macerata Feltria, Mercatino Conca, Monte Cerignone, Montecopiolo, Monte Grimano Terme, Pietrarubbia, Sassofeltrio, Borgo Pace, Fermignano, Mercatello sul Metauro, Peglio, Sant’Angelo in Vado, Urbania.

Soggetti beneficiari

La domanda di sostegno, ai sensi del presente bando, può essere presentata da:

– persona fisiche che risulti iscritta all’Anagrafe delle aziende agricole con posizione debitamente validata (Fascicolo Aziendale);

– dal legale rappresentante di microimprese o piccole imprese;

– Nel caso di futuri imprenditori o in cui l’impresa non sia ancona costituta, la domanda dovrà essere presentata da chi nella futura impresa ricoprirà il ruolo di titolare, amministratore o socio con poteri di legale rappresentanza.

 

La sottomisura prevede la concessione di un aiuto forfettario all’avviamento di nuove attività d’impresa di tipo extra agricolo nelle aree rurali.

Le attività da avviare che possono beneficiare degli aiuti della presente sottomisura riguardano i seguenti ambiti:

a) Imprese culturali creative e indirizzate alla valorizzazione di beni culturali e ambientali;

b) Imprese turistiche a carattere innovativo;

c) Imprese impegnate nella realizzazione di servizi al turista e di servizi alla popolazione;

d) Attività inerenti le ICT, attività informatiche ed elettroniche, e-commerce, ecc;

e) Attività dell’artigianato artistico e di qualità.

Le nuove imprese/attività dovranno avere una durata di almeno 5 anni dalla data di avvio dell’attività. 

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria assegnata è di € 30.000, 00.

Trattandosi di aiuto forfettario all’avviamento dell’impresa non si prevede la rendicontazione del premio.

Scadenza

Proroga scadenza al 01/02/2021.