GAL Flaminia Cesano. Misura 19.2.6.4 B. Finanziamento a fondo perduto fino al 50% rivolto alle micro imprese per gli investimenti strutturali finalizzati alla creazione e sviluppo di attività extra-agricole.

 

Con il presente bando si vuole sostenere investimenti per il potenziamento e la creazione di imprese per la fornitura di servizi con la finalità di potenziare il sistema dell’accoglienza, sviluppare attività di turismo esperienziale, migliorare l’accesso alle informazioni sulle specificità territoriali, migliorare la qualità della vita delle popolazioni locali con attività ludiche e di aggregazione. Il presente bando concorre al perseguimento degli obiettivi del tema L) Sviluppo dell’occupazione tramite il sostegno alle imprese ed i sistemi produttivi locali, M) Valorizzazione del territorio e dei suoi tematismi (ambientali, culturali, paesaggistici, manifatturieri) con finalità legate alla preservazione ed all’accoglienza, e N) Miglioramento della qualità della vita delle comunità locali e dei relativi servizi.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda le micro imprese da costituire o già attive.

Ambito territoriale 

Gli investimenti possono essere effettuati nel territorio del Gal, nei seguenti comuni raggruppati in ambito PIL:

 

1) CORINALDO, FRATTE ROSA, TRECASTELLI (Municipalità di: Ripe, Monterado, Castelcolonna), MONDAVIO, MONTE PORZIO, SAN LORENZO IN CAMPO, SAN COSTANZO.

2) MOMBAROCCIO, MONTEFELCINO, COLLI AL METAURO (municipalità di: Montemaggiore al Metauro, Saltara, Serrungarina).

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili le seguenti tipologie di intervento finalizzate alla creazione di nuove imprese e allo sviluppo di imprese esistenti, diverse dalle aziende agricole, per lo sviluppo di attività coerenti con il PIL di riferimento, nel rispetto dei requisiti previsti dalle specifiche leggi di settore:

 

a. Servizi nel settore della ricettività e dell’accoglienza turistica, finalizzati a migliorare la qualità delle strutture turistiche delle aree rurali, ad aumentarne le tipologie di offerta, a diversificare le forme di ospitalità sul territorio con particolare riferimento a forme di gestione associata (es. albergo diffuso);

b. Servizi di guida ed informazione finalizzati alla fruibilità di musei, beni culturali e spazi espositivi, tramite la presenza di personale specializzato in grado di garantire l’apertura dei beni e fornire le informazioni necessarie, compresa la possibilità di elaborare attività didattiche ed educative per adulti e bambini;

c. Servizi di guida ed accompagnamento nella visita turistica di beni paesaggistici, riserve, parchi ed altri elementi naturali rilevati a livello nazionale o locale, compresa la possibilità di elaborare attività didattiche ed educative per adulti e bambini;

d. Servizi di digitalizzazione e informatizzazione dedicati ai beni storici, culturali, naturali e paesaggistici per una migliore conoscenza del patrimonio dell’area di interesse dei PIL e come supporto alle attività di guida ed informazione;

e. Servizi sociali e assistenziali come le attività di riabilitazione e integrazione sociale rivolte prevalentemente ad anziani e soggetti con disabilità, ma anche ad altri soggetti con situazione di svantaggio;

f. Servizi educativi e didattici per attività ludiche e di aggregazione destinati a diverse fasce di età e di formazione;

g. Servizi innovativi inerenti le attività informatiche e le tecnologie di informazione e comunicazione a supporto della popolazione e delle imprese sul territorio.

 

Sono escluse le attività agrituristiche.


Le tipologie di spese ammissibili sono le seguenti:

 

– Opere edili di ristrutturazione e recupero dei fabbricati da destinare alle attività sopra indicate, comprese la realizzazione e/o adeguamento degli impianti tecnologici (termico – idrosanitario – elettrico etc.) e la realizzazione di servizi sportivi, ricreativi e ludici annessi alle strutture ricettive;

– Opere edili per la riqualificazione e recupero di campeggi comprese le opere di adeguamento degli impianti tecnologici (quali, ad esempio, termico – idrosanitario – fognario – elettrico). In caso di realizzazione di nuovi campeggi saranno ammissibili a finanziamento anche nuove costruzioni e relativi impianti. In tal caso gli investimenti per i quali sarà consentito il sostegno saranno soltanto quelli relativi alla realizzazione dei servizi minimi necessari per acquisire la classificazione di una stella.

– Spese generali funzionalmente collegate ai costi degli investimenti di cui ai punti precedente e nel limite complessivo del 10% degli stessi; Le spese generali debbono essere funzionalmente collegate ai costi degli investimenti di cui sopra e sono riconosciute fino ad un massimo del 10%.

– Acquisto di dotazioni (arredi, attrezzature, strumenti, ecc.) necessarie e strettamente funzionali allo svolgimento dell’attività.

Entità e forma dell’agevolazione

Dotazione finanziaria assegnata: € 253.839,00.

Il tasso d’aiuto previsto è pari:

 

– al 50% sul costo ammissibile delle opere edili, compresi gli impianti e le spese generali;

– al 40% del costo delle dotazioni (arredi, attrezzature, strumenti, ecc.) necessarie.

Scadenza

Le domande devono essere inviate entro le ore 13:00 del 30 aprile 2021.