GAL Flaminia Cesano. Misura 19.2.6.2. Finanziamento a fondo perduto una tantum per l’avviamento di attività imprenditoriali extra-agricole.

 

Il presente bando sostiene ad esclusione delle aziende agricole la creazione di nuove attività nelle imprese esistenti (con nuovo codice ATECO), e la creazione di nuove imprese al fine di migliorare l’attrattività e la dinamicità dell’area, incrementare e qualificare i servizi adeguandoli maggiormente alla domanda di mercato.

Gli investimenti possono essere effettuati nel territorio del Gal, nei seguenti comuni raggruppati in ambito PIL:

 

1) CORINALDO, FRATTE ROSA, TRECASTELLI (Municipalità di: Ripe, Monterado, Castelcolonna), MONDAVIO, MONTE PORZIO, SAN LORENZO IN CAMPO, SAN COSTANZO.

2) MOMBAROCCIO, MONTEFELCINO, COLLI AL METAURO (municipalità di: Montemaggiore al Metauro, Saltara, Serrungarina).

Soggetti beneficiari

La domanda di sostegno, ai sensi del presente bando, può essere presentata:

 

– da persone fisiche,

– dal legale rappresentante della “microimpresa o piccola impresa”, che si impegnano ad esercitare l’attività d’impresa indicata nel Business plan per almeno cinque anni dalla data di avvio dell’impresa o della nuova attività.

Gli imprenditori e i futuri imprenditori al momento della presentazione della domanda devono rispettare le seguenti condizioni:

 

a) nel caso di futuri imprenditori, la domanda di sostegno dovrà essere presentata dalla persona fisica che andrà a ricoprire il ruolo di titolare, amministratore, o socio con poteri di legale rappresentanza.

b) Il soggetto richiedente (impresa o persona fisica) deve essere iscritto all’anagrafe delle aziende agricole con posizione debitamente validata (Fascicolo Aziendale);

c) presentazione da parte dello stesso soggetto di un’unica candidatura per il presente bando. d) indicare nella domanda l’adesione al PIL che si è costituito nel territorio dove l’impresa o nuova attività avrà luogo.

 

Le attività da avviare che possono beneficiare degli aiuti del presente bando riguardano i seguenti ambiti:

 

  • attività di turismo rurale (esclusa l’attività agrituristica) 
  • attività per la valorizzazione di beni culturali ed ambientali; 
  • attività di artigianato artistico e tradizionale; 
  • attività inerenti le TIC, attività informatiche ed elettroniche, e-commerce, ecc.; 
  • attività inerenti la fornitura di servizi per la popolazione rurale.

Tipologia di interventi ammissibili

La misura prevede la concessione di un aiuto all’avviamento di nuove attività e di nuove imprese di tipo extra agricolo nelle aree rurali.

Entità e forma dell’agevolazione

Dotazione finanziaria assegnata: € 200.000,00.

L’aiuto verrà concesso come contributo a fondo perduto di tipo forfettario.

Scadenza

La domanda di aiuto può essere presentata fino alle 13:00 del giorno 19/04/2021.