GAL Capo di Leuca. Intervento 4.2 Finanziamento a fondo perduto fino al 50% per servizi al turismo rurale

 

Il presente bando si pone l’obiettivo di migliorare la qualità dell’offerta ricettiva complessiva del territorio, dotando lo stesso di una serie di servizi finalizzati alla promozione della cultura dell’accoglienza e dell’ospitalità rurale. La creazione di nuove attività e di nuovi servizi è l’elemento chiave del processo di riqualificazione dei centri abitati, sia in termini economici che di vivibilità (per gli abitanti) e di attrattività (per i visitatori). Con il presente intervento verranno sostenuti gli investimenti per migliorare la qualità della ricettività in un contesto di paesaggio urbano e rurale riqualificato, con attività e servizi di carattere innovativo, e per consentire a tutti i soggetti interessati dalla strategia di massimizzare i risultati in termini commerciali ed economici, potendo contare su una platea di clientela già presente nel territorio.

Soggetti beneficiari

Sono soggetti beneficiari del presente bando pubblico sono le microimprese iscritte alla Camera di Commercio, Industria ed Artigianato ed Agricoltura con i codici ATECO riportati nel bando, con sede legale ed operativa nel territorio del GAL (Gruppo di Azione Locale).

 

Gli interventi sostenuti dal presente bando pubblico devono essere realizzati nell’area territoriale di competenza del GAL “CAPO DI LEUCA s.c.ar.l.” coincidente con i territori dei Comuni di: Alessano, Alliste, Casarano, Castrignano del Capo, Corsano, Gagliano del Capo, Matino, Melissano, Miggiano, Montesano Salentino, Morciano di Leuca, Patù, Presicce-Acquarica del Capo, Racale, Ruffano, Salve, Specchia, Taurisano, Taviano, Tiggiano, Tricase e Ugento.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ritenuti ammissibili, nell’ambito del presente Bando Pubblico, le seguenti tipologie di investimenti:

 

– agenzia di servizi al turismo/punti di accoglienza turistica;

– potenziamento del comparto outdoor come, a titolo esemplificativo, interventi atti a creare o implementare servizi/circuiti riguardanti lo sport, in particolare cicloturismo, turismo equestre, trekking, aree giochi, spazi per il tiro con l’arco, punti di rifornimento e di assistenza;

– realizzazione di servizi direttamente connessi al turismo per famiglie, scuole e gruppi organizzati;

– realizzazione e potenziamento dei servizi che favoriscano l’avvicinamento del turista ai prodotti tipici del territorio (laboratori di degustazione legati all’utilizzo dei prodotti tipici locali, circuiti enogastronomici);

– servizi turistico-culturali e servizi connessi al turismo rurale relativi alla realizzazione di esperienze legate alle pratiche agricole tradizionali;

– servizi per il benessere, fitness, percorsi vita, percorsi sensoriali;

– punti di osservazione del paesaggio e della fauna;

– servizi per il benessere degli animali, per i quali saranno previsti luoghi destinati alla cura e all’addestramento;

 

Sono ammissibili al sostegno le seguenti voci di spesa:

 

– ammodernamento ed adeguamento funzionale edifici/locali pre-esistenti, ivi compresi modesti ampliamenti limitati a vani tecnici e servizi nella misura massima indicata dagli strumenti urbanistici vigenti, destinati allo svolgimento delle attività ivi compresa la sistemazione di spazi esterni di pertinenza degli edifici solo se direttamente collegati e funzionali allo svolgimento delle attività;

– acquisto attrezzature, strumenti, arredi ed impianti destinati allo svolgimento delle attività oggetto del finanziamento;

– acquisto di piccoli mezzi di locomozione ecosostenibili, per favorire la fruibilità del territorio via terra e via mare, equipaggiati con attrezzature per la fruibilità del territorio, con motore elettrico o con motore a combustione a basso inquinamento, van e minibus da 9 a 15 posti, carretti a pedali o elettrici, scooter, biciclette, piccole imbarcazioni e natanti da diporto;

– acquisto di hardware, software e sviluppo di programmi informatici e costi per la realizzazione e l’aggiornamento di siti internet, con l’esclusione di costi di gestione, inerenti o necessari lo svolgimento delle attività oggetto di finanziamento;

– spese generali, compresi onorari di consulenti e professionisti, nel limite massimo del 12% degli investimenti sopra indicati ad esclusione degli “investimenti immateriali”. Nell’ambito delle spese generali rientrano anche le spese bancarie, parcelle notarili, spese per consulenza tecnica e finanziaria, spese sostenute per la garanzia fideiussoria, spesa per la tenuta di conto corrente purché trattasi di c/c appositamente aperto e dedicato all’operazione.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse finanziarie, in termini di contributo pubblico, attribuite al presente bando pubblico sono pari a euro 190.223,78.

 

Il limite massimo ammissibile agli aiuti (contributo pubblico + cofinanziamento privato) per intervento, non può essere superiore a 70.000,00 euro.

 

L’Intervento prevede un’intensità massima dell’aiuto pubblico, che sarà concesso in conto capitale, pari al 50% delle spese ammesse a finanziamento.

Scadenza

Termine finale per richiedere l’abilitazione alla presentazione della domanda di sostegno  è fissato al 05/11/2021. 

 

La Scadenza per presentare la Domanda di Sostegno è fissata al 15/11/2021.