GAL Anglona Romangia. Operazione 19.2.1.4.2.1.2.1. Finanziamento a fondo perduto per investimenti a favore della trasformazione, commercializzazione e/o sviluppo dei prodotti agricoli.

 

Il presente bando prevede il sostegno per investimenti materiali o immateriali finalizzati alla trasformazione, alla commercializzazione e/o allo sviluppo dei prodotti agricoli. 

Sono finanziabili gli interventi localizzati esclusivamente nei comuni facenti parte dell’area del GAL: Bulzi, Cargeghe, Chiaramonti, Codrongianos, Erula, Florinas, Ittiri, Laerru, Martis, Muros, Nulvi, Osilo, Perfugas, Ploaghe, Santa Maria Coghinas, Sedini, Tergu.

Soggetti beneficiari

I beneficiari sono le imprese agricole singole (Ateco, Sezione A – Agricoltura, silvicoltura e pesca, codice 01) e le imprese agroindustriali, cioè quelle operanti nel settore delle industrie alimentari (Ateco, Sezione C – Attività Manifatturiere, codice 10) e dell’industria delle bevande (Ateco, Sezione C – Attività manifatturiere, codice 11).

Non sono ammesse le inziative che prevedono la sola attività di commercializzazione ( a titolo di esempio: nel caso il richiedente sia un’azienda di trasformazione non è possibile finanziare interventi che riguardano la sola commercializzazione al dettaglio ed in particolare il punto vendita e/o interventi simili).

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili le spese per:

 

  • costruzione, ristrutturazione e miglioramento di beni immobili
  • acquisto di macchinari, impianti e attrezzature fino a copertura del valore di mercato del bene
  • spese generali direttamente collegate alle spese di cui alle lettere a) e b)
  • investimenti immateriali
 
Pertanto, sono ammissibili a finanziamento da parte del GAL interventi quali:
 
  • investimenti per la costruzione, la ristrutturazione e il miglioramento di strutture e impianti connessi all’attività di trasformazione e commercializzazione dei per mini frantoi, mini caseifici, mini mulini e pastifici, ecc.);

  • investimenti per la costruzione e il miglioramento di fabbricati, al netto degli impianti e delle attrezzature mobili di pertinenza. I fabbricati devono essere destinati esclusivamente alle attività di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli;

  • investimenti per l’acquisto di macchinari, impianti o attrezzature funzionali ai processi di lavorazione e trasformazione del prodotto agricolo, compresi automezzi per il trasporto del prodotto e mezzi per la movimentazione dei prodotti all’interno dello stabilimento;

  • investimenti per la realizzazione di impianti per il trattamento delle acque reflue derivanti dall’attività di trasformazione e commercializzazione dei prodotti

  • investimenti per il risparmio e l’efficientamento energetico, impianti per l’utilizzo nell’impresa di fonti energetiche rinnovabili (energia solare e eolica senza utilizzo di suolo) a tal fine dimensionati per una capacità produttiva non superiore al consumo medio annuale, combinato di energia termica ed elettrica, dell’impresa e che comunque non superino una capacità produttiva di 1 MW (1.000 KW).

  • investimenti immateriali quali acquisizione di programmi informatici, acquisizione di brevetti e licenze

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse disponibili sono pari a 993.299,77 €.

L’intensità del sostegno non potrà superare il 40% della spesa ammessa a finanziamento; la spesa ammessa a finanziamento non può essere superiore a €. 175.000,00. Nel caso dei progetti integrati l’intensità del sostegno non potrà superare il 60% della spesa ammessa, la spesa ammessa a sostegno in tal caso non potrà essere superiore a €. 116,666,67. Il massimale di finanziamento è pari a € 70.000,00.

I richiedenti il sostegno della sottomisura 19.2.1.4.2.1.2.1, già inseriti nella graduatoria della sottomisura 19.2.1.6.4.1.1.2.2 potranno, al momento della presentazione della domanda di sostegno relativa alla sottomisura 19.2.1.4.2.1.2.1 sul SIAN, richiedere l’aliquota di sostegno pari al 60% anche se non ancora in possesso del provvedimento di concessione a valere sul bando 19.2.1.6.4.1.1.2.2.

Il sostegno al 60% potrà però essere effettivamente concesso dal GAL solo se, al momento del provvedimento di concessione a valere sulla sottomisura 19.2.1.4.2.1.2.1, il beneficiario risulti possesso del provvedimento di concessione anche sulla sottomisura 19.2.1.6.4.1.1.2.2. 

Scadenza

10/01/2022