GAL Alto Tammaro – Titerno. PSR 2014/2020. Misura 16.3.1. Finanziamento a fondo perduto pari al 70% per le associazioni di imprese del turismo rurale. Edizione 2021.

 

L’obiettivo della sottomisura 16.3 è quello di:

 

  • Migliorare l’offerta da parte delle strutture operanti nel comparto del turismo rurale, accrescendo l’offerta territoriale di servizi di base, in particolare quelli meno sviluppati e incoraggiando lo sviluppo di settori contigui sfruttando l’enorme ricchezza rappresentata da risorse paesaggistiche e ambientali e da borghi rurali di pregio; 
  • Favorire una visione più ampia di rete e l’integrazione tra strutture operanti nella filiera dell’accoglienza nell’ambito del turismo rurale in modo da valorizzare in modo coordinato e strutturato le opportunità di sviluppo del turismo offerte dal territorio, in una logica di cooperazione tra operatori del turismo ed attraverso iniziative collettive di promozione/commercializzazione della destinazione come prodotto/territorio.

 

Il territorio di pertinenza coincide con l’area geografica dell’ATS GAL ALTO TAMMARO SCARL – GAL TITERNO SCARL, di cui fanno parte i seguenti ambiti comunali:

Benevento, Sassinoro, Castelvenere, Pontelandolfo, Campolattaro, Casalduni, Cerreto Sannita, Puglianello, Castelpagano, Fragneto Monforte, Cusano Mutri, San Lorenzello, Circello, Pago Veiano, Faicchio, San Lorenzo Maggiore, Colle Sannita, Pesco Sannita, Guardia Sanframondi, San Lupo, Morcone, Pietrelcina, Pietraroia, San Salvatore Telesino, Santa Croce del Sannio, Amorosi, Ponte e Telese Terme.

Soggetti beneficiari

Il soggetto che può presentare una domanda di sostegno per la presente tipologia d’intervento è una Associazione composta da almeno cinque microimprese operanti nella filiera dell’accoglienza nell’ambito del turismo rurale.

 

L’associazione deve assumere una delle seguenti configurazioni:

 

− Associazione riconosciuta (soggetto con personalità giuridica);

− Associazioni Temporanee di Impresa o di Scopo ed altre forme prive di autonoma soggettività fiscale.

 

Per le associazioni -soggetto con personalità giuridica- queste devono essere già costituite al momento della presentazione della domanda di sostegno.

Per quelle prive di autonoma soggettività fiscale possono non essere già costituite al momento della presentazione della domanda di sostegno.

Le Associazioni beneficiarie devono avere sede operativa nel territorio dell’ATS GAL Alto Tammaro-GAL Titerno.


Le imprese al momento della presentazione della domanda devono:

 

1. se operatori agrituristici, seguire le vigenti normative per le attività di agriturismo;

2. se imprenditori della ricezione extra-alberghiera, operare ai sensi delle norme regionali vigenti;

3. se imprenditori della ristorazione rurale, avere il codice di attività 56.10.11.

Tipologia di interventi ammissibili

Gli interventi ammissibili sono:

 

A. Costituzione dell’associazione;

B. Studi e analisi finalizzati al progetto da presentare;

C. Dettaglio delle azioni di marketing e/o programma di partecipazione ad eventi nazionali ed esteri

D. Dettaglio dei costi di gestione che l’associazione deve sostenere per le attività gestite dal personale individuato nel progetto e per la durata dello stesso.

 

Sono ammissibili le spese immateriali riconducibili alle seguenti voci di costo:

 

• costituzione dell’associazione, allo scopo di realizzare le finalità dell’operazione;

• predisposizione del progetto (studi, analisi, indagini sul territorio);

• esercizio dell’Associazione, per la durata funzionale di svolgimento del progetto (missioni e rimborsi spese per trasferte);

• attività finalizzate all’organizzazione e alla partecipazione ad eventi fieristici, radiofonici e televisivi;

• azioni di marketing e di promozione della propria offerta turistica. Nel dettaglio, le spese di:

 

− Onorari di consulenti e collaboratori esterni relativi all’analisi dei fabbisogni, predisposizione di studi di fattibilità, di indagini di marketing e spese di progettazione;

− Spese amministrative e legali per la costituzione dell’Associazione;

− Spese relative alla tenuta di conto corrente dedicato.

Rientrano tra le spese generali di Progetto, pertanto, sono ammissibili nella misura massima del 5% della spesa complessiva ammessa regolarmente documentata e solo se strettamente commisurata alla portata e connessa alla finalità del progetto.

 

Per quanto concerne gli investimenti immateriali (ricerche di mercato, brevetti, studi, consulenze, ecc.), al fine di poter effettuare la scelta del soggetto cui affidare l’incarico, in base non solo all’aspetto economico, ma anche alla qualità del piano di lavoro e all’affidabilità del fornitore, è necessario che vengano acquisite tre offerte di preventivo prodotte da ditte in concorrenza.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di euro 506.868,50.

La spesa massima ammissibile che un beneficiario può presentare per l’intero periodo di programmazione è fissato ad € 285.715,00.

Finanziamento a fondo perduto pari al 70%.

Scadenza

La scadenza per la presentazione della domanda di sostegno è fissata per le ore 15.30 del giorno 15/02/2021.