Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona. 2° Bando 2021. Finanziamento a fondo perduto fino al 50% a favore del terzo settore per l’individuazione di progetti d’utilità sociale.

 

L’obiettivo del bando è quello di migliorare la qualità della vita della comunità cremonese, rafforzare i legami di solidarietà, suscitare e accrescere donazioni provenienti da privati, imprese, Enti a favore di progetti di utilità sociale, promossi da Organizzazioni non lucrative operanti nel territorio della provincia di Cremona.

La Fondazione:

 

• pubblicizzerà i progetti selezionati al fine di promuovere a favore degli stessi la raccolta di contributi da privati cittadini, imprese, Enti;

• contribuirà alla realizzazione dei progetti con risorse messe a disposizione dalla Fondazione Cariplo per un massimo complessivo di Euro 250.000,00 (duecentocinquantamila/00);

• diffonderà i risultati conseguiti dai singoli progetti al fine di permettere alla comunità locale di sviluppare una più ampia conoscenza delle capacità e delle potenzialità delle Organizzazioni promotrici.

Soggetti beneficiari

Considerando il periodo transitorio legato all’attuazione completa della riforma del Terzo Settore, saranno presi in considerazione i progetti presentati dai seguenti enti operanti sul territorio cremonese e precisamente da:

 

– Enti ed Organizzazioni aventi le caratteristiche di Enti privati senza scopo di lucro (ONLUS)

– Enti con struttura e scopo assimilabili a quelli di una Onlus – Parrocchie del territorio cremonese

– Associazioni di promozione sociale

– Associazioni di volontariato iscritte nei registri del volontariato

– Associazioni sportive dilettantistiche riconosciute e iscritte nel registro del CONI purché il progetto presentato sia rivolto a soggetti svantaggiati

– Enti non commerciali privati ed Enti pubblici non territoriali limitatamente al settore di intervento 4 (come da paragrafo successivo)

– Enti individuati dalla riforma del terzo settore quali ETS.  Tali enti devono dimostrare di aver assimilato negli statuti (nuovi o aggiornati) i dettami delle riforme del terzo settore. Non risulta ancora necessaria la prova dell’iscrizione al Registro Unico Nazionale (RUN) in quanto ancora non attivo.

Tipologia di interventi ammissibili

I progetti dovranno riguardare i seguenti settori e le iniziative dovranno essere rivolte a favore di soggetti svantaggiati o a vantaggio della collettività:

 

1) Assistenza sociale e sociosanitaria;

2) Istruzione e formazione;

3) Sport dilettantistico esclusivamente rivolto a soggetti svantaggiati;

4) Tutela, promozione, valorizzazione della natura e dell’ambiente.

 

Le spese che possono rientrare nel progetto sono:

 

– le spese di gestione dell’Organizzazione (ad esempio: affitto, luce, gas, telefono, spese di segreteria, compresi gli acquisti di materiale di segretaria) sono rendicontabili per il 10% del totale del progetto;

– i compensi a personale dipendente assunto specificatamente per la realizzazione del progetto sono rendicontabili fino al 100% del totale di progetto;

– i compensi a professionisti assunti specificatamente per la realizzazione del progetto sono rendicontabili fino al 100% del totale di progetto;

– i compensi a personale facente parte della Organizzazione utilizzato per la realizzazione del progetto sono rendicontabili fino al 50% del totale di progetto;

– i compensi a professionisti che già collaborano con organizzazione utilizzati per la realizzazione del progetto sono rendicontabili fino al 60% del totale di progetto;

– spese di comunicazione del progetto sono rendicontabili fino al 10% del totale del progetto (escluse le spese per colazioni, pranzi, cene);

– spese per acquisto di attrezzature o spese varie di progetto (da elencare) sono rendicontabili fino al 100% del totale di progetto.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo totale del progetto non potrà essere inferiore a Euro 5.000,00 e superiore a Euro 80.000,00.

La Fondazione si impegna a contribuire alla realizzazione dei progetti selezionati con un contributo massimo pari al 50% dell’importo del progetto ammesso a finanziamento e comunque non superiore ad Euro 20.000,00 (in caso di progetti di importo complessivo superiore a Euro 40.000,00).

Gli importi erogati saranno comprensivi di IVA solo in caso di non detraibilità della stessa.

Scadenza

I progetti potranno essere presentati alla Fondazione inderogabilmente entro le ore 12:00 del 31/05/2021.