Fondazione comunitaria del Varesotto. Bando Interventi Sociali 2020. Finanziamento a fondo perduto fino al 60% per progetti di utilità sociale nella provincia di Varese.

 

La Fondazione Comunitaria del Varesotto promuove il bando Interventi Sociali 2020 per individuare quei progetti di utilità sociale che siano in grado di migliorare la qualità della vita delle persone e delle comunità della provincia di Varese, attraverso azioni volte a:

• saldare i legami e le collaborazioni delle organizzazioni del terzo settore con i diversi soggetti (singoli individui, reti famigliari, comunità ed enti pubblici) che vivono e operano nei contesti di vita, specie i più critici e vulnerabili, per favorire la ricomposizione delle risorse e la messa a sistema delle risposte;

• riprogrammare e ripartire dopo la sospensione, il ridimensionamento e il ripensamento dei servizi alla persona imposti dall’emergenza Covid-19, creando anche occasioni di rielaborazione dell’esperienza e delle fratture create nelle nostre comunità;

• costruire la fiducia, il senso di appartenenza e la solidarietà fra le persone che vivono le comunità e i territori.

Soggetti beneficiari

I beneficiari sono gli Enti del terzo settore.

Saranno privilegiate le iniziative promosse dagli enti e dalle organizzazioni che dimostrino un’adeguata e consolidata esperienza in ambito sociale, socio-sanitario e assistenziale aventi sede legale o che dimostrino di operare stabilmente in provincia di Varese o che abbiano già beneficiato negli ultimi tre anni, attraverso progetti andati a buon fine, di un contributo da parte della Fondazione Comunitaria del Varesotto o della Fondazione Cariplo attraverso i bandi ordinari, gli Extra-Bando, gli interventi emblematici.

I soggetti beneficiari del contributo devono essere costituiti, con atto registrato, almeno 12 mesi prima della pubblicazione del bando, e dimostrare la qualità e la solidità delle attività sociali svolte, attraverso la presentazione di un adeguato curriculum dell’ente. Inoltre, se destinatari di contributi per bandi emessi nel 2018 o precedenti, devono averli già rendicontati regolarmente a saldo. Ogni soggetto può partecipare ad un solo progetto sul medesimo bando e a non più di due progetti fra tutti i bandi emessi dalla Fondazione Comunitaria del Varesotto nello stesso anno solare, con l’eccezione di contributi a valere su Patrocini e/o Bandi Emblematici.

La partecipazione a questo bando non inficia la possibilità per l’ente di partecipare, con progetti diversi, ad altri bandi emessi durante l’anno.

Le parrocchie e gli enti religiosi possono partecipare al bando.

Gli enti pubblici possono partecipare solo nell’ambito di progetti in partenariato con Enti del Terzo Settore e a condizione che si impegnino a cofinanziare tali progetti con risorse economiche proprie, in modo significativo e incrementale rispetto alla propria attività istituzionale.

La Fondazione non concede, direttamente o indirettamente, Contributi, erogazioni o sovvenzioni di alcun genere a enti con fini di lucro o imprese di qualsiasi natura (intendendosi per tali tutti gli enti e i soggetti che, a prescindere dalla forma giuridica adottata, operano sul mercato fornendo beni e servizi), a eccezione delle imprese strumentali, delle cooperative che operano nel settore dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero, delle imprese sociali e delle cooperative sociali.

Tipologia di interventi ammissibili

Attraverso il bando Interventi Sociali 2020, Fondazione Comunitaria del Varesotto intende privilegiare due linee di intervento:

LINEA 1: strettamente legata a iniziative di contenimento degli effetti sociali dovuti all’emergenza Covid-19, al fine di: garantire l’operatività (in accordo con le pubbliche amministrazioni e gli uffici di piano) dei servizi essenziali sociali e socio-sanitari che, a causa dell’emergenza COVID-19, hanno provveduto o stanno provvedendo a rimodulare e riprogettare le attività (rivolte ad anziani, minori, disabili, disoccupati, famiglie in stato di bisogno e altre categorie a rischio di esclusione sociale) in forma ridotta, nuova o diversa, anche attraverso il ripensamento degli spazi e/o interventi di tipo domiciliare.

LINEA 2: orientata a sostenere interventi sociali in genere, al fine di: consolidare e ampliare la rete territoriale delle strutture e dei servizi che supportano i bisogni primari delle persone; aggregare risorse sociali, economiche e culturali intervenendo su soggetti vulnerabili e a rischio marginalità e sulle loro famiglie (disoccupati, anziani soli, immigrati, nuovi poveri, affetti da dipendenze, etc…); generare valore e cambiamenti positivi, proponendo servizi e iniziative per gli anziani, favorendo lo scambio intergenerazionale, intervenendo sulle politiche attive per i giovani, promuovendo protagonismo e cittadinanza, agevolando processi di coesione e integrazione sociale per disabili e in generale per tutti i soggetti vulnerabili e a rischio di esclusione che vivono nelle nostre comunità.

Le date di inizio e di fine progetto sono valutate liberamente dall’ente proponente, che le indica al momento della presentazione del progetto stesso. La durata del progetto non può essere inferiore a 3 mesi (potendo comprendere tutta l’attività ideativa e organizzativa preliminare, lo svolgimento delle attività operative previste e la loro chiusura, il follow-up e la disseminazione dei risultati, le attività amministrative e di rendicontazione finali) e:

• la data di inizio progetto non può essere antecedente al 01 settembre 2020 (non sono ammessi costi generati e/o sostenuti precedentemente) e non può essere posteriore al 30 novembre 2020;

• la data di fine progetto non può essere posteriore al 31 ottobre 2021;

• la rendicontazione deve avvenire entro 30 giorni dalla data di fine progetto indicata al momento della presentazione della richiesta.

Entità e forma dell’agevolazione

La Fondazione Comunitaria del Varesotto sosterrà la realizzazione dei progetti in linea con gli obiettivi del Bando attraverso le risorse messe a disposizione da Fondazione Cariplo per gli interventi sul territorio per l’importo complessivo di € 550.000.

Inoltre, contribuirà alla pubblicizzazione dei progetti selezionati al fine di favorire la raccolta di donazioni.

Il contributo può coprire fino al 60% dei costi sostenuti e fino ad un massimo di € 15.000.

Il costo totale del progetto presentato deve essere compreso fra € 5.000 ed € 30.000. È fatto divieto alle organizzazioni beneficiarie del contributo di distribuirlo, a loro volta, direttamente o indirettamente, a favore di altri soggetti.

Scadenza

La scadenza per la presentazione delle domande è alle ore 13.00 del 15 ottobre.