Fondazione cassa di risparmio di Pistoia e Pescia. Bando Progetti On. Finanziamento a fondo per la ripresa dell’economia locale e la riqualificazione del patrimonio pubblico e dei beni architettonici.

 

la Fondazione, con il presente bando, intende:

 

• agevolare la redazione di progetti che, per qualità intrinseca e per incidenza effettiva sullo sviluppo economico, sociale e culturale del proprio territorio di riferimento, abbiano significative possibilità di intercettare risorse rese disponibili dal PNRR e dalle altre linee di finanziamento pubblico ordinarie e straordinarie;

• ottimizzare e accelerare le capacità di progettazione delle amministrazioni locali e degli altri enti interessati, incentivandone, altresì, la più estesa e intensa collaborazione reciproca volta a privilegiare interventi orientati a ottenere ricadute a livello sovracomunale.

Soggetti beneficiari

Il presente bando è riservato ai Comuni facenti parte della provincia di Pistoia e inoltre alla Diocesi di Pistoia e alla Diocesi di Pescia (inclusi i rispettivi enti di pertinenza).

Tipologia di interventi ammissibili

Sono finanziabili, nei limiti assoluti e relativi specificati nel presente bando, i costi per le attività di progettazione riguardanti beni immobili che risultino nella disponibilità giuridica degli enti destinatari.

La progettazione può concernere sia interventi su fabbricati e/o infrastrutture esistenti (come manutenzione, restauro, ristrutturazione, efficientamento, adeguamento normativo) che opere di nuova realizzazione, per i quali sia già disponibile almeno una progettazione di livello preliminare o un dettagliato studio di fattibilità tecnico-economica.

Con riferimento al vigente Codice degli Appalti, sono finanziabili attività volte al conseguimento di un livello di progettazione “definitivo” o di un livello di progettazione “esecutivo” (qualora il definitivo sia già disponibile).

Le progettazioni dovranno consentire al richiedente di disporre di tutti i documenti richiesti dalla vigente normativa in materia di opere pubbliche, in relazione al livello di progettazione da finanziare, e comunque necessari per partecipare a previsti bandi di finanziamento per la loro realizzazione.

Sono ammissibili a contributo le attività di progettazione che interessano fabbricati e/o infrastrutture adibiti a qualsiasi destinazione d’uso, attuale o prevista, purché coerente con le finalità dichiarate nella domanda e compatibile con gli strumenti e i vincoli urbanistici e culturali vigenti.

Entità e forma dell’agevolazione

L’importo massimo complessivamente disponibile per i contributi previsti dal presente bando è di 1.750.000,00.

Il massimo contributo concedibile non può superare il 70% del costo totale previsto per tutte le attività correlate alla progettazione e comunque il contributo non può superare il limite di € 100.000,00 (centomila/00 euro). Gli importi ammissibili comprendono onorari professionali, consulenze specialistiche, costi di indagine di monitoraggio e rilievo, esecuzione di prove in sito o in laboratorio, imposte e contributi di legge.

Scadenza

Il termine per l’inserimento delle domande è alle ore 16:00 di lunedì 3 gennaio 2022.