Finanziamento a fondo perduto per progetti in collaborazione tra organismi di ricerca e MPMI per l’applicazione di 5G e tecnologie innovative attraverso l’attivazione di assegni di ricerca.

 

Il presente bando rivolto alle Università toscane per la realizzazione di progetti finalizzati all’applicazione del 5G e di tecnologie innovative nel settore manifatturiero.

Potranno partecipare le Università statali pubbliche, gli Istituti di istruzione universitaria ad ordinamento speciale e gli Enti di ricerca pubblici, aventi sede in Toscana. I progetti dovranno essere realizzati in collaborazione tra organismi di ricerca e imprese manifatturiere, sostenendo i processi di trasformazione digitale. Le aree tecnologiche a cui dovranno fare riferimento sono 5G, Data Analytics e Intelligenza artificiale, Blockchain.

 

Con il presente Bando la Regione intende:

– favorire la modernizzazione delle imprese del settore manifatturiero mediante processi di trasformazione digitale attraverso l’introduzione di tecnologie innovative;

– promuovere e sviluppare le relazioni fra Sistema della ricerca pubblico e le imprese del settore manifatturiero;

– favorire la diffusione delle soluzioni tecnologiche, organizzative e metodologiche.

Soggetti beneficiari

Sono beneficiari del presente bando:

 

Università statali pubbliche, Istituti di istruzione universitaria ad ordinamento speciale e Enti di ricerca pubblici aventi sede legale od operativa nella Regione Toscana (d’ora innanzi Organismi di ricerca). I progetti di ricerca devono essere presentati da parte di una articolazione interna degli Organismi di ricerca (Dipartimenti, Istituti, Centri, …).

 

Non sono considerate articolazioni interne degli Organismi di ricerca: consorzi con presenza di organismi di ricerca o soggetti diversi da quelli elencati; spin-off; società partecipate da organismi di ricerca, fondazioni universitarie e fondazioni con presenza di organismi di ricerca o soggetti diversi da quelli elencati nel bando.

 

Non è previsto alcun finanziamento per le imprese partner.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ritenuti interventi ammissibili:

 

Assegni di ricerca, al lordo degli oneri a carico degli assegnisti e al netto degli oneri a carico dell’organismo di ricerca, aventi le seguenti caratteristiche:

 

durata di dodici mesi;

un importo annuo di euro 28.000,00 al lordo degli oneri previdenziali, assistenziali e fiscali, a carico dellassegnista e al netto degli oneri previdenziali, assistenziali e fiscali a carico dell’orgasmo di ricerca. Non è ammissibile e quindi riconosciuta alcuna spesa per vitto, alloggio, trasporti sostenuta dall’assegnista.

 

Requisiti destinatari assegni di ricerca: Laureati con laurea magistrale o laurea vecchio ordinamento che non abbiano compiuto 36 anni alla data di presentazione della domanda di partecipazione alle procedure di selezione attivate dagli Organismi di ricerca.

 

L’intervento prevede il finanziamento della realizzazione di progetti di ricerca in grado di:

 

a) coniugare le competenze scientifiche e tecnologiche del sistema della ricerca pubblico che opera in Toscana con le esigenze e la domanda di innovazione del tessuto manifatturiero regionale;

b) sostenere la sperimentazione e l’attuazione di nuove soluzioni funzionali ai processi di trasformazione digitale delle produzioni.

 

I progetti di ricerca devono essere:

 

a) realizzati da Organismi di ricerca pubblici in collaborazione con micro, piccole e medie imprese del settore manifatturiero appartenente ai codici ATECO, di cui all’Allegato E) del bando,

b) finalizzati alla diffusione della conoscenza scientifica e tecnologica e alla loro integrazione all’interno dei processi di produzione nelle seguenti aree tecnologiche ad alto impatto applicativo:

 

– 5G

– Data Analytics e Intelligenza Artificiale

– Blockchain.

 

Potranno essere realizzati progetti anche in collaborazione con imprese con Codice ATECO prevalente diverso da quello di cui al predetto Allegato E) se il contenuto progettuale prevede soluzioni direttamente applicabili ad imprese manifatturiere o comunque collocate lungo la filiera e la catena del valore della produzione indicata.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria prevista è pari a Euro 812.000,00, di cui Euro 170.000,00 sull’annualità 2021 e Euro 642.000,00 sull’annualità 2022.

Scadenza

Il bando sarà nuovamente attivo dalle ore 9.30 del 1 febbraio fino alle ore 17 del 31 marzo 2022.