Finanziamento a fondo perduto per l’innovazione della strumentazione digitale delle università pubbliche lombarde.

 

Obiettivo dello stanziamento è la modernizzazione della strumentazione digitale per favorire le loro attività istituzionali e la creazione di condizioni affinché le Università possano sviluppare la didattica a distanza  in risposta alle restrizioni dovute alla pandemia da COVID-19 ed evolvere l’offerta formativa verso soluzioni di e-learning.

Soggetti beneficiari

I beneficiari sono le Università pubbliche lombarde.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili le spese per attrezzature, strumentazione e altre tecnologie necessarie alla didattica a distanza/e-learning sostenute a partire dal 4 maggio 2020.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di € 30.000.000,00. 

 

Le risorse destinate agli Atenei sono ripartire come segue:

 

Università di Bergamo: € 1.799.006,00

Università di Brescia: € 2.272.899,00

Università dell’Insubria: € 1.484.417,00

Università di Milano: € 9.012.957,00

Università di Milano Bicocca: € 4.427.318,00

Politecnico di Milano: € 6.798.463,00

Università di Pavia: € 4.008.560,00

IUSS Pavia: € 196.380,00.

 

Le risorse stanziate sono a fondo perduto e a copertura del 100% delle spese per attrezzature, strumentazione e altre tecnologie necessarie alla didattica a distanza/e-learning.

Scadenza

Le domande devono essere inviate entro il 30 aprile 2021.