Finanziamento a fondo perduto per le strutture ricettive delle aree montane dell’Emilia-Romagna.

 

Obiettivo del bando è sostenere, unitamente agli altri strumenti messi in campo dalla Regione per le aree montane, le strutture ricettive localizzate nei comuni montani dell’Emilia-Romagna riconoscendo loro un ristoro parziale e una tantum a fronte della perdita di fatturato registrata nei mesi di marzo, aprile e maggio del 2020 a causa dell’interruzione dell’attività causata dalla diffusione del virus Covid 19.

Soggetti beneficiari

I beneficiari sono le imprese, aventi qualsiasi forma giuridica, che, al momento della domanda di contributo esercitano le seguenti attività:

– gestione di strutture ricettive alberghiere, con esclusivo riferimento alle attività di gestione di alberghi e
residenze turistico alberghiere;
– gestione di strutture ricettive all’aria aperta, con esclusivo riferimento alle attività di gestione di campeggi
e villaggi turistici;

– gestione di strutture ricettive extralberghiere, con esclusivo riferimento alle attività di gestione di ostelli,
rifugi alpini, di rifugi escursionistici e di affittacamere.

Le imprese devono essere regolarmente iscritte presso la Camera di Commercio competente per territorio e devono avere avuto, nel periodo ricompreso tra il 1° marzo 2020 e il 31 maggio 2020, un calo del fatturato
pari o superiore al 30% rispetto al fatturato dello stesso periodo del 2019.

 

Entità e forma dell’agevolazione

Il contributo previsto nel presente bando verrà concesso e liquidato una tantum a fondo perduto nella misura
massima di € 3.000, in base alla disponibilità di risorse rapportata al numero complessivo di domande
presentate e ammissibili.

Scadenza

Le domande possono essere presentate dalle ore 10.00 del giorno 13 ottobre 2020 e fino alle ore 13.00 del giorno 27 ottobre 2020.