Finanziamento a fondo perduto per le aziende di allevamento zootecnico danneggiate dagli incendi dei mesi di giugno, luglio e agosto 2021.

 

Criteri e modalità di erogazione dei primi contributi alle aziende di allevamento zootecnico danneggiate dagli incendi dei mesi di giugno, luglio e agosto 2021.

Soggetti beneficiari

Titolari di allevamento, in possesso di codice ASL, che ricadono nel territorio della Regione Siciliana.

Tipologia di interventi ammissibili

E’ stata disposta l’erogazione di contributi alle imprese di produzione agricola primaria di allevamento zootecnico, identificate con codice ASL, operanti nella Regione Siciliana per:

 

a. acquisizione di foraggi e mangimi, riparazione e/o ripristino delle recinzioni dei pascoli, di tubazioni per l’approvvigionamento idrico necessari per garantire la sussistenza degli animali;

b. ricostituzione dei capi di bestiame perduti a causa degli incendi.

 

Ciascun produttore -allevatore- può chiedere l’assegnazione dei fondi per tutti gli animali bovini, equini, ovini e caprini, che risultano detenuti in azienda nell’anno 2021.

Entità e forma dell’agevolazione

I contributi, disposti secondo l’ordine di priorità di cui sopra, sono commisurati al danno subito, come risultante dalle autocertificazioni e dalla documentazione asseverata e nei limiti delle risorse economiche disponibili.

L’importo massimo concedibile è di 20.000,00 euro e, comunque, sino all’importo massimo consentito in materia di aiuti de minimis.

Il contributo massimo da corrispondere per il fabbisogno di foraggio, per mesi tre, è pari a:

 

a. 140 euro per ogni UBA (12 kg/g UBA – bovini e equini).

b. 175 euro se UBA con figlio piccolo al seguito (15kg/g)

c. 24 euro per ovini e caprini (2kg/g)

 

Il contributo per ciascun capo andato perduto ammonta a:

 

a. 1500 euro per bovini ed equini

b. 150 euro per ovini e caprini

 

Per le altre fattispecie quali fornitura e p.o. pali lignei e filo spinato, tubazioni in plastica, etc. sarà adottato con successiva disposizione un parametro basato sul prezzo desunto da indagini di mercato e dagli oneri di posa in opera; nelle more di più precise determinazioni si assumono:

 

a. 2 euro/ml per le recinzioni in pali di legno e filo spinato di delimitazione dei pascoli;

b. 1 euro/ml per tubazioni in PE del diametro fi 30-40;

Scadenza

20 agosto 2021