Finanziamento a fondo perduto per l’attuazione di Garanzia Giovani Fase II rivolto a giovani disoccupati che non frequentano un percorso di istruzione o formazione, mediante percorsi di Servizio civile regionale.

 

Sul BUR del 2.03.2021, serie ordinaria numero 9, a pagina 27, è stato pubblicato il bando che intende proporre ai destinatari un’opportunità per:

 

– accrescere le conoscenze sui settori d’intervento del servizio civile regionale (assistenza alle persone; protezione civile, ambiente, beni culturali, educazione e promozione culturale);
– rafforzare le competenze trasversali (es.: lavoro in team, problem solving, rispetto delle regole e assunzione di responsabilità nell’organizzazione di destinazione) che facilitino il successivo ingresso nel mercato del lavoro.

Soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari in quanto responsabili dell’avvio e dell’attuazione delle operazioni sono:

 

– gli enti, sia pubblici che privati no profit, iscritti all’Albo regionale degli Enti di Leva civica lombarda volontaria. Possono partecipare anche gli Enti accreditati all’Albo del Servizio Civile Universale purché iscritti all’Albo regionale degli Enti di Leva civica lombarda volontaria. Un Ente di Leva civica lombarda volontaria può presentare uno o più progetti anche per conto di altre Organizzazioni ad esso aderenti/associate, indicando come sedi di attuazione del progetto le sedi delle predette Organizzazioni.

– gli operatori con accreditamento definitivo ai servizi per il lavoro

 

I soggetti beneficiari per partecipare all’iniziativa presentano il progetto di Servizio civile regionale in partenariato. Il partenariato minimo è composto da almeno due soggetti appartenenti a ciascuna delle due tipologie di beneficiari ammissibili e cioè almeno un ente iscritto all’Albo regionale degli Enti di Leva civica lombarda e almeno un operatore accreditato per i servizi al lavoro. Il ruolo di capofila è obbligatoriamente svolto da un soggetto iscritto all’Albo regionale degli enti di Leva civica lombarda volontaria (di seguito Ente promotore).

 

Sono destinatari della misura del Servizio civile regionale nell’ambito del Programma Garanzia Giovani i giovani NEET

Tipologia di interventi ammissibili

La presente misura prevede il finanziamento di percorsi individuali di Servizio civile regionale, come definiti nel Piano di Intervento Personalizzato (PIP), realizzabili nel quadro dei progetti presentati dagli Enti promotori, per offrire ai giovani un’opportunità di crescita umana e professionale mediante la partecipazione attiva alla vita delle comunità locali.

A tal fine l’Avviso prevede due fasi attuative:

– la prima, che consiste nella presentazione dei progetti di Servizio civile regionale da parte degli Enti promotori;
– la seconda, che prevede l’adesione dei destinatari al Programma Garanzia Giovani per l’accesso al percorso individuale di Servizio civile attraverso la definizione di un PIP.

 

I progetti finanziabili hanno le seguenti caratteristiche:

A. Accoglienza e presa
in carico

Accoglienza, informazione e accesso al percorso di Servizio
civile regionale nell’ambito delle opportunità offerte dal
Programma Garanzia Giovani.

B. Adesione al progetto
di servizio civile
presentato dall’Ente
promotore

Il percorso individuale di Servizio civile regionale si
caratterizza per un monte ore massimo di 1.145 ore
(comprensive del piano formativo) da realizzarsi in un periodo
compreso tra 8 mesi (minimo) e 12 mesi (massimo). Nel rispetto
del monte ore complessivo, l’impegno settimanale del giovane
deve essere ricompreso tra un minimo di 12 ore ed un massimo
di 25 ore

C. Iniziative di
Formazione

Opportunità di formazione generale e di accompagnamento,
rivolte al giovane nella fase iniziale di un percorso individuale
di Servizio civile regionale, finalizzate all’acquisizione delle
competenze propedeutiche allo svolgimento delle attività
oggetto del servizio civile regionale.

 

I progetti sono attivabili nei servizi/interventi dei settori:

 

– interventi assistenziali in ambito sociale e socio-sanitario, nonché interventi di reinserimento e di integrazione sociale finalizzati a contrastare forme di disagio e di grave fragilità delle persone e delle famiglie;
– interventi di promozione e animazione culturale;
– interventi di tutela, conservazione, promozione e fruizione del patrimonio paesaggistico,ambientale, storico, artistico, culturale e urbano;
– interventi di tutela dell’ambiente e di protezione civile;
– interventi per la promozione del tempo libero e dell’educazione sportiva;
– interventi inerenti l’educazione e la promozione del turismo sostenibile e sociale;
– interventi relativi all’agricoltura in zone di montagna, agricoltura sociale e biodiversità.

 

Sono considerate ammissibili le seguenti spese relative all’attività di realizzazione del percorso individuale di Servizio civile regionale sostenute dagli Enti promotori come di seguito indicato:

 

  • Colloqui di prima informazione e orientamento a carico dell’operatore accreditato per i servizi al lavoro
  • Patto di servizio ed eventuale profiling a carico dell’operatore accreditato per i servizi al lavoro
  • Rimborso indennittà mensile
  • copertura assicurativa
  • spese di viaggio
  • formazione generale
  • formazione di accompagnamento

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria del bando è pari a € 3.500.000,00.

Scadenza

La data di apertura dello “sportello” per la presentazione dei progetti decorre dal 16/03/2021 ore 12,00 fino al 15/04/2021 alle ore 17,00.