Finanziamento a fondo perduto per l’attività di network volte a migliorare l’informazione territoriale sulla difesa fisiopatologica dei danni causati da insetti alloctoni alla produzione agricola veneta.

 

La Regione Veneto finanzia le attività di network destinate alla creazione di una rete di contatti regionali permanenti costituiti dalle Organizzazioni di produttori che abitualmente operano nel territorio al fine di migliorare l’informazione territoriale soprattutto con riguardo alla difesa fitopatologica dei danni causati da insetti alloctoni alla produzione frutticola veneta.

Soggetti beneficiari

Organizzazione di produttori del settore orto-frutticolo, riconosciute dalla Regione del Veneto ai sensi delle disposizioni applicative nazionali della normativa unionale di settore.

Tipologia di interventi ammissibili

Organizzazione di “incontri di area” nelle 12 Aree frutticole del territorio regionale indicate da bando: sono incontri di informazione al territorio, aperti a tutti gli interessati, agricoltori, fitoiatri ecc. che siano associati alle OP e non associati. Gli incontri di area saranno svolti durante la stagione vegetativa, da fine marzo/inizio aprile ad ottobre, in base alla stagionalità ed alle esigenze delle diverse colture interessate per l’area di riferimento. Durante gli incontri d’area verranno date indicazioni agli agricoltori della zona sui possibili trattamenti fitosanitari con interventi preventivi o protettivi, di controllo chimico e sulle tecniche di difesa attiva ritenute efficaci.

Gli “incontri d’area”, organizzati dalle organizzazioni di produttori, dovranno essere svolti ogni 15 gg a cadenza regolare (es. il primo e terzo mercoledì del mese) per ogni Area Frutticola sottoindividuata, per l’arco di tempo che va da marzo/aprile a ottobre, per gli anni di durata del Piano (20-22).
La sede dell’incontro e l’orario dovr̀ essere scelta in modo da favorire la massima partecipazione (es. sale civiche, parrocchiali ecc.) e nel perdurare delle restrinzioni dovute al Coronavirus, dovranno essere previste anche modalità di svolgimento di incontri per via telematica.
Attività propedeutiche, correlate e obbligatorie per lo svolgimento degli incontri:
a. Partecipazione dei tecnici delle OP aderenti al Network, alle riunioni di coordinamento/recapiti organizzati dall’UO Fitosanitario durante la stagione vegetativa delle colture maggiormente colpite dal danno da cimice asiatica (melo, pero, kiwi, noce, pesche, ciliegie, altro) che va da fine marzo a ottobre. Si tratta di incontri, con cadenza settimanale, per i quali verrà privilegiata la modalità via web (persistendo le difficoltà determinate dalla pandemia del Corona Virus). Durante tali incontri viene fatto il punto sulla situazione fitosanitaria delle colture frutticole, con particolare riguardo alla infestazione di Cimice Asiatica o di altri insetti e vengono definiti i contenuti da portare agli “Incontri di Area”.

b. Pubblicizzazione degli “incontri d’area”: deve essere garantita la più ampia diffusione della realizzazione degli incontri a tutto il territorio interessato, con i mezzi ritenuti più idonei in base al territorio in questione e ai destinatari degli incontri (e-mail ai destinatari, telefonate, affissione cartacea della notizia, etc…)

c. Partecipazione al Monitoraggio della presenza di Cimice Asiatica con l’APP di condivisione con UO Fitosanitario e Università. Ogni tecnico di OP rileverà la presenza di Cimice Asiatica con trappole entomologiche e riporterà i dati con frequenza
settimanale nella APP dedicata.

d. Supporto all’UO fitosanitario nella fornitura di dati, foto, pareri e suggerimenti per la stesura dei bollettini fitosanitari, oltre che ad accompagnare ed assistere la struttura fitosanitaria regionale e l’Universit̀ di Padova, compartecipante al Piano,
nell’individuazione delle aree più adatte, nei sopralluoghi e nei lanci degli insetti volti al contrasto della cimice asiatica.

Le organizzazioni di produttori si impegnano a partecipare alle attivit̀ del “Piano regionale per il contrasto alla diffusione di insetti alloctoni dannosi alla frutticoltura per il Triennio 2020- 2022”.
3. L’UO Fitosanitario coordina i tecnici delle organizzazioni di produttori che presenzieranno alle riunioni al fine di consentire l’omogeneità di trasferimento delle informazioni nel territorio veneto. Avrà inoltre il compito di supervisione e responsabilità tecnica dell’attuazione del bando.

Entità e forma dell’agevolazione

Le disponibilità finanziarie del Piano per la realizzazione di questi interventi ammonta a euro
180.000 per ciascun anno del triennio 2020-2022. 

Ai fini dell’assegnazione del contributo, a ciascun richiedente verrà assegnato un importo pari a 1.500 euro per ogni “incontro d’area” realizzato.
Tale contributo è complessivo e comprende la copertura della totalità delle spese ( affitto sala, relatori, spese generali, preparazione indirizzari e invio inviti, diffusione e pubblicizzazione dell’incontro, partecipazioni tecnici ai recapiti, monitoraggio e inserimento dati nella APP, supporto all’UO fitosanitario nella fornitura di dati, foto, pareri e suggerimenti per la stesura dei
bollettini fitosanitari, assistenza in loco per l’individuazione delle aree più adatte ai lanci degli insetti volti al contrasto della cimice asiatica, sopralluoghi aziendali, etc…) e per la realizzazione di tutte le attività di cui al paragrafo 4 che sono strettamente connesse alla organizzazione degli “incontri d’area”.

Scadenza

La scadenza per la presentazione delle domande è il 7 agosto 2020.