Finanziamento a fondo perduto per la pratica motoria e sportiva per contrastare l’aumento della sedentarietà determinato dall’emergenza COVID-19.

 

Bando pubblicato sul BUR numero 187 del 9 giugno 2020 a pagina 4.

 

Gli obiettivi specifici che la Regione si prefigge di raggiungere sono i seguenti:

 

  • Agevolare le famiglie che appartengono a fasce di reddito medio-basse per sostenere le spese di iscrizione dei propri figli ai corsi, attività e campionati sportivi organizzati da associazioni e società sportive dilettantistiche.
  • Scongiurare il forzato abbandono della pratica motoria e sportiva dei minori che rientrano nella fascia di età compresa tra i 6 e i 16 anni e dei giovani con disabilità che rientrano nella fascia di età compresa fra i 6 e i 26 anni.

Soggetti beneficiari

Le risorse finanziarie regionali sono trasferite, secondo le modalità previste dai presenti criteri, alla Città Metropolitana di Bologna, alle Unioni di Comuni e ai singoli Comuni ad esclusione di quelli facenti parte della CMBO e delle Unioni di Comuni richiedenti.

 

Nel caso in cui il trasferimento interessi le Unioni di Comuni, ciascuna Unione dovrà comunicare l’elenco dei Comuni aderenti per i quali ha delega di gestione dei voucher e, conseguentemente, tali Comuni non potranno fare richiesta autonoma di gestione dei voucher.

Tipologia di interventi ammissibili

Gli enti pubblici interessati utilizzano le risorse regionali loro trasferite per corrispondere un voucher di € 150 destinato ai minori appartenenti alla fascia di età compresa tra i 6 e i 16 anni e ai giovani con disabilità che rientrano nella fascia di età compresa fra i 6 e i 26 anni, il cui nucleo famigliare rientri nella classe di reddito da euro 3.000,00 a euro 17.000,00 attestata dalla certificazione ISEE rilasciata dall’INPS.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria messa a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna è pari ad € 3.000.000,00.

 

L’intervento finanziario si attua in forma di voucher del valore nominale di € 150,00.

Scadenza

La domanda può essere presentata entro il 30 giugno 2020.