Finanziamento a fondo perduto per il sostegno abitativo e reinserimento lavorativo nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza (Azione 1).

 

Il bando si pone l’obiettivo di mettere a sistema le azioni a favore delle donne vittime di violenza in tutte le sue diverse forme, con la previsione di interventi di sostegno alle donne, a cui devono essere necessariamente affiancate azioni di sistema, su ambiti trasversali, quali reinserimento lavorativo e l’autonomia abitativa.

Soggetti beneficiari

Enti locali e organizzazioni titolari dei Centri Antiviolenza, iscritti all’apposito albo regionale, anche in partnership tra loro e in rete con gli enti e i soggetti impegnati nello specifico settore di intervento e con almeno un soggetto per ciascuna delle seguenti categorie:


1. operatore accreditato all’orientamento e alla formazione professionale

2. operatore accreditato al lavoro e/o centro per l’impiego territorialmente competente

3. Comuni, agenzia sociale per la locazione anche d’ambito territoriale, organismi del terzo settore titolari di progetti di sostegno abitativo.


Ogni soggetto proponenteal momento della presentazione dell’istanza, dovrà obbligatoriamente indicare con precisione nella descrizione degli interventi da realizzare, una quota di cofinanziamento specifico minimo del 20% del costo totale del progetto a proprio carico e/o a carico dei soggetti aderenti al partenariato, il target e numero di beneficiari delle diverse azioni dell’intervento proposto, il monte ore azioni/interventi complessivo in favore di ciascun beneficiario, nonché i risultati attesi e il sistema di monitoraggio e valutazione dell’intervento complessivo che sarà posto in essere.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono finanziabili interventi per il sostegno abitativo ed il reinserimento lavorativo e più in generale per l’accompagnamento nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza.

Le spese ammissibili sono così suddivise:

 

a) Spese di personale: massimo 30%

b) Spese per attrezzature e materiali di consumo: massimo 15%

c) Spese per affitto locali: massimo 20%

d) Spese per attività di comunicazione: massimo 5%

e) Altre spese dirette all’attuazione dell’intervento: massimo 30%

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di € 175.799,87

Scadenza

Invio domade entro le ore 12.00 del 7 ottobre 2021