Finanziamento a fondo perduto per il settore dell’apicoltura.

 

La Regione del Veneto intende finanziare apicoltori, in forma singola o associata ed enti pubblici, privati e istituti di ricerca operanti nella Regione e con comprovata esperienza nel settore apistico. 

Soggetti beneficiari

I beneficiari sono:

1. Gli apicoltori per il tramite delle forme associate, in regola con gli obblighi di identificazione e registrazione degli alveari ai sensi delle vigenti disposizioni in materia. 

2. Le forme associate: le Organizzazioni di produttori del settore apistico, le Associazioni di apicoltori e loro Unioni, le federazioni, le Società, le Cooperative e i Consorzi di tutela del settore apistico aventi le seguenti caratteristiche minime:

a) legalmente costituite;

b) aventi sede legale sul territorio regionale;

– rappresentative di almeno 100 soci e che detengano complessivamente almeno 650 alveari in regola con gli obblighi di identificazione e registrazione degli alveari ai sensi delle vigenti disposizioni in materia. Ai fini della determinazione del rispetto del requisito minimo relativo al numero di soci regolarmente iscritti, devono essere considerati solo quelli aventi sede legale sul territorio regionale, registrati all’anagrafe nazionale e censiti nei termini dalla stessa previsti per l’anno 2019 (Consistenza verificata al 31/12/2019).

– Ai fini del raggiungimento del requisito non verranno conteggiati gli apicoltori ricompresi in elenchi di più forme associate.

3. Gli enti pubblici, privati e istituti di ricerca aventi le seguenti caratteristiche minime:

a) operanti sul territorio regionale con almeno una unità operativa (sede ove vengono svolte le attività operative e di ricerca);

b) aventi comprovata esperienza nel settore apistico (definita tramite la presenza di pubblicazioni, incarichi specifici, studi, attività svolte nel settore apistico negli ultimi 5 anni).

Tipologia di interventi ammissibili

Le misure finanziabili sono le seguenti, secondo i criteri di selezione e ripartizione riportati in ogni scheda misura riportata nel bando:

a) assistenza tecnica agli apicoltori e alle organizzazioni di apicoltori 
b) lotta contro gli aggressori e le malattie dell’alveare, in particolare la varroatosi;
c) misure di sostegno ai laboratori di analisi dei prodotti dell’apicoltura al fine di aiutare gli apicoltori a commercializzare e valorizzare i loro prodotti;
d) misure di sostegno del ripopolamento del patrimonio apicolo dell’Unione;
e) collaborazione con gli organismi specializzati nella realizzazione dei programmi di ricerca applicata nei settori dell’apicoltura e dei prodotti dell’apicoltura;
f) miglioramento della qualità dei prodotti per una loro maggiore valorizzazione sul mercato.

Scadenza

La scadenza per la presentazione delle domande è il 5 ottobre 2020 (60 giorni dopo la pubblicazione sul B.U.R. della Regione del Veneto.)