Finanziamento a fondo perduto pari al 90% per le imprese titolari di emittenti televisive locali per investimenti in tecnologie innovative.

 

Il bando eroga contributi alle imprese titolari di emittenti televisive locali, al fine di sostenere gli investimenti volti al passaggio alla tv digitale terrestre di nuova generazione.

Soggetti beneficiari

Sono ammesse alle agevolazioni le imprese titolari di emittenti televisive locali, legittimamente operanti tramite autorizzazione per la fornitura di servizi di media audiovisivi nel territorio della Regione del Veneto ed interessate dallo spostamento delle frequenze conseguente al passaggio al nuovo digitale terrestre.

Le imprese devono esercitare con codice primario un’attività economica classificata con uno dei seguenti codici ISTAT ATECO 2007: 60, 60.2, 60.20, 60.20.00. Al fine di verificare l’appartenenza dell’impresa richiedente a uno dei codici ISTAT ATECO 2007 ammissibili, si farà riferimento esclusivamente al codice della/e unità operativa/e (sede legale o unità locale) in cui si realizza l’intervento, rilevato dalla visura camerale.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili i progetti di investimento finalizzati all’innovazione tecnologica degli impianti e delle apparecchiature per la messa in onda, archiviazione, distribuzione e la transcodifica di contenuti televisivi sia software che hardware.

Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di beni materiali e immateriali rientranti nelle seguenti categorie:

 

a) impianti, hardware, software, strumentazione tecnica e attrezzature tecnologiche nuovi di fabbrica finalizzati e funzionali all’implementazione del processo di trasmissione in digitale di nuova generazione;
b) brevetti, licenze, know-how o conoscenze tecniche non brevettate strumentali al progetto di innovazione.

Entità e forma dell’agevolazione

Il Bando ha una dotazione finanziaria pari a euro 2.000.000,00.

L’agevolazione, nella forma di contributo a fondo perduto, è pari al 90%.

Non sono ammesse le domande di partecipazione in cui l’investimento previsto comporti spese ammissibili per un importo inferiore a euro 45.000,00.

Scadenza

Le domande potranno essere inviate a partire dalle ore 10.00 di mercoledì 13 ottobre 2021, fino alle ore 13.00 di venerdì 29 ottobre 2021.