Finanziamento a fondo perduto pari al 100% per il sostegno dei progetti di promozione e di valorizzazione dell’artigianato artistico e tradizionale toscano.

 

La Regione, con il presente Bando, intende acquisire proposte progettuali volte alla promozione, alla valorizzazione, all’innovazione dell’artigianato artistico e tradizionale toscano. 

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda:

 

  • Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) in forma singola o associata. Le ATS, ATI e le Reti-Contratto sono ammissibili solo se costituite da micro, piccole e medie imprese in possesso dei requisiti previsti dal bando;
  • Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Consorzi, Società consortili. Le Reti-Soggetto sono ammissibili se in possesso dei requisiti previsti dal bando e solo se costituite da micro, piccole e medi imprese con sede legale o unità locale all’interno del territorio regionale

Tipologia di interventi ammissibili

La proposta consiste nella formulazione di un progetto per la realizzazione di azione volte alla promozione, alla tutela, alla valorizzazione, all’innovazione e all’internazionalizzare dell’artigianato artistico e tradizionale toscano in linea con le seguenti  finalità:

 

a) valorizzare le componenti territoriali e settoriali, favorendo lo sviluppo dell’innovazione e il coordinamento nelle politiche fattoriali per il comparto;

b) favorire l’introduzione di elementi di innovazione nel mondo dell’artigianato artistico e tradizionale;

c) favorire il raccordo fra le politiche regionali e le iniziative locali; 

d) assicurare un ampio coinvolgimento delle imprese, singole o aggregate ;

e) valorizzare la Toscana come luogo dell’artigianato artistico e tradizionale e come polo di aggregazione degli attori più qualificati del settore.

 

Inoltre le proposte progettuali dovranno tenere conto degli effetti prodotti della pandemia COVID-19 sul settore e individuare iniziative e progetti che possano essere efficaci per una ripartenza del settore.


Sono ammissibili i seguenti di costi:

 

  • consulenze e/o acquisizione servizi purché strettamente correlati al progetto;
  • spese legate all’organizzazione di eventi;
  • costi indiretti, ma coerenti con il progetto presentato, (ovvero costo personale comprese le spese di missione, locazione della sede legale, spese generali connesse alla gestione e al funzionamento comprese le spese di manutenzione e riparazioni e spese di consulenza amministrative e societaria) nella misura massima del 50% del contributo ammesso.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è pari a € 500.000,00

L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto fino al 100% del costo totale ammesso a finanziamento.

I contributi di cui al presente bando sono destinati all’assolvimento di attività di interesse pubblico per lo svolgimento di attività culturali non a scopo di lucro.

Scadenza

La domanda di aiuto deve essere presentata a partire dalle ore 9:00 del 6 aprile 2021 e fino alle ore 14:00 del 30 aprile 2021.