Finanziamento a fondo perduto pari al 100% a favore degli enti gestori dei parchi regionali per la realizzazione di un’iniziativa di citizen science finalizzata a censire più specie possibili e sviluppare conoscenze sul tema della biodiversità.

 

Sul BUR del 16.02.2021, serie ordinaria 7, a pagina 25, è stato pubblicato il bando avente come finalità la realizzazione di un’iniziativa di citizen science da svolgersi in periodi prestabiliti in tutte le aree protette aderenti all’iniziativa, fornendo un supporto alla ricerca scientifica con particolare riferimento all’Osservatorio regionale della Biodiversità, al fine di:

• censire più specie possibili di fauna e flora all’interno di un’area definita e in un arco di tempo limitato, anche con monitoraggi su specifiche specie;
• registrare su una piattaforma informatica dedicata la presenza di singole specie di flora o di fauna attraverso foto o registrazioni di suoni;
• sviluppare conoscenza e sensibilizzazione rispetto al tema della biodiversità.

Soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari sono gli Enti gestori dei parchi regionali.

Tipologia di interventi ammissibili

Il progetto deve essere localizzato all’interno dei confini dei parchi regionali e naturali, potrà altresì coinvolgere almeno un’area protetta esterna al perimetro del parco e ricompresa nell’ambito territoriale ecosistemico di riferimento.
L’iniziativa può svolgersi in aree pubbliche o private, soggette a fruizione pubblica.
L’utilizzo di aree private deve essere concordato col proprietario.

 

Ogni soggetto beneficiario può presentare un solo progetto di durata triennale 2021-2023, da realizzarsi unicamente in occasione di eventi annuali la cui calendarizzazione sarà successivamente comunicata da Regione Lombardia e prevederà:

 

• una data per lo svolgimento dell’iniziativa in modalità virtuale,
• una data per lo svolgimento dell’iniziativa in presenza. Per favorire la più ampia partecipazione sarà proposta anche una data aggiuntiva.

Ogni progetto deve quindi contemplare, annualmente, sia iniziative virtuali che quelle in presenza, salvo impossibilità da parte di Regione di determinare date utili a causa di limitazioni di ordine sanitario.
Le date che verranno indicate da Regione sono vincolanti e non potranno essere accettate spese sostenute per iniziative svolte in date diverse, se non per cause di maltempo.

Il progetto deve prevedere:

1. l’effettuazione di minimo totali 9 visite guidate all’aperto con l’esperto;
2. l’effettuazione di minimo totali 3 iniziative virtuali, una per ogni annualità;
3. la pubblicazione dei dati raccolti su INaturalist in apposita campagna di rilevazione che verrà indicata da Regione Lombardia e/o su l’APP Biodiversità Lombardia;
4. la comunicazione ad Area Parchi dei dati di rilevazione raccolti durante le iniziative secondo la seguente tempistica:

a) entro la sera successiva all’evento dovranno essere comunicati i dati parziali del Bioblitz con il numero:

– dei naturalisti coinvolti,
– dei partecipanti,
– dei volontari coinvolti,
– delle osservazioni parzialmente caricate,
– delle aree sede delle uscite,
– del numero di uscite effettuate,
– eventuali note particolari della giornata (specie rare, ricattura di uccelli inanellati, ecc.);

b) entro 3 giorni dallo svolgimento di ogni evento dovranno essere caricate tutte le osservazioni e inviati i dati definitivi della giornata, di cui alla precedente lettera a);

5. la stesura di una Relazione conclusiva del progetto, con l’illustrazione delle attività svolte nel triennio, contenente i dati definitivi delle rilevazioni annuali.

 

Saranno ammissibili le spese sostenute per la realizzazione del progetto, a partire dalla sua data di ammissione a finanziamento fino al 30/09/2023, termine di conclusione del progetto, che comprendono i costi per:

• il personale esterno all’ente per la progettazione, il coordinamento scientifico e organizzativo;
• il personale esterno all’ente per attività didattiche correlate all’iniziativa e per l’accompagnamento scientifico;
• l’acquisto di materiali di consumo e spese per l’utilizzo di piattaforme dedicate alla didattica a distanza, necessari per lo svolgimento delle attività;
• l’offerta di ristoro ai partecipanti;
• la realizzazione di materiali promozionali e didattici, riprese video e gadget;
• l’assicurazione ed eventuale trasporto dei partecipanti.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di € 216.000,00.

Il contributo a fondo perduto è pari al 100%.

Ogni ente può presentare un solo progetto di durata triennale per un importo del contributo richiesto pari al massimo di:

a. € 7.500,00 nel caso in cui il progetto si svolga entro i confini del parco regionale, 

b. € 9.000,00 nel caso in cui il progetto si svolga entro i confini del parco regionale e coinvolga almeno un’area protetta esterna al perimetro del parco e ricompresa nell’ambito territoriale ecosistemico di riferimento.

Scadenza

Le domande per ottenere il contributo regionale per la realizzazione della presente iniziativa dovranno essere presentate entro il 01/03/2021.