Finanziamento a fondo perduto fino al 90% per progetti a favore delle Comunità di umbri all’estero.

 

Il bando ha l’obiettivo di dare attuazione al piano annuale degli interventi a favore degli umbri all’estero e delle loro famiglie e nello specifico contiene:

 

  • iniziative volte a valorizzare il ruolo delle comunità umbre nella promozione all’estero dell’Umbria e dei suoi territori;
  • le forme di collaborazione nell’ambito delle attività di promozione attivate dalla Regione, dalle Agenzie regionali, dai gruppi di azione locale (GAL) e dalle associazioni di categoria;
  • iniziative di sostegno e di collaborazione ai progetti elaborati dalle associazioni e dalle federazioni degli umbri all’estero;
  • iniziative per favorire l’inserimento sociale, economico e formativo degli umbri all’estero che stabiliscono la loro residenza nel territorio regionale;
  • iniziative finalizzate a soggiorni di studio, turismo sociale ed interscambio da realizzare anche in collaborazione con i Comuni ed altri enti e associazioni dell’Umbria;
  • iniziative per favorire la frequenza in Umbria a corsi scolastici di formazione professionale, universitari e post-universitari per gli umbri all’estero;
  • forme di collaborazione con le associazioni e le organizzazioni competenti in materia d’emigrazione.

 

Il presente bando e tutta la documentazione ufficiale è consultabile sul Bollettino Ufficiale della Regione Umbria (B.U.R) N. 52 del 25/08/2021 a pagina 79.

 

 

Soggetti beneficiari

Saranno prese in esame, in via prioritaria, le proposte provenienti da:

 

  • Associazioni e federazioni di umbri all’estero Europee ed Extraeuropee iscritte all’albo regionale degli umbri all’estero;
  • Centri studi sull’emigrazione;

 

In via subordinata, possono essere prese in esame  le proposte provenienti da:

 

  • Organizzazioni no profit che realizzano progetti per la divulgazione del patrimonio storico e culturale dell’emigrazione umbra;
  • Enti locali ed istituzioni umbre che presentino un progetto da realizzarsi nei paesi di accoglienza  a favore o in collaborazione con le nostre associazioni di umbri all’estero;
  • Istituzioni italiane all’estero;
  • Associazioni culturali e di categoria che presentino un progetto da realizzarsi  nei paesi di accoglienza a favore o in collaborazione con le nostre associazioni di umbri all’estero.

 

Non possono presentare progetti i soggetti che non hanno realizzato o rendicontato in modo completo ed esaustivo iniziative progettuali presentate negli anni pprecedenti.

 

Tipologia di interventi ammissibili

Le attività previste dai progetti devono essere senza scopo di lucro e devono inoltre prevedere una minima compartecipazione alla spesa da parte del soggetto proponente pari al 10%; la contribuzione massima è pari al 90% e verrà data priorità ai progetti che prevedano:

 

  • Facilitazione dei contatti tra le comunita degli Umbri all’Estero ed iterritori di origine e le proprie famiglie in Umbria, nonchè la partecipazione ad eventi sociali attraverso sistemi audiovisivi, trasmissioni radio e streaming  ed altri sistemi tecnologici comprese le attività dedicate a limitare l’isolamento sociale degli anziani e delle persone con fragilità appartenenti alle comunità di Umbri all’Estero e le attività di educazione sanitaria e comportamentale finalizzata alla limitazione del rischio di contagio in caso di pandemia.
  • Rafforzamento dell’identità culturale degli umbri all’estero anche attraverso la promozione del patrimonio linguistico e culturale  d’origine, con l’utilizzo di tecnologie che possano evitare gli spostamenti delle persone nel caso siano atto misure di restrizione della mobilità dovute all’emergenza coronavirus;
  • Attività di studio e indagine, di turismo sociale e interscambio, da realizzare anche in collaborazione con i Comuni ed altri enti ed associazioni dell’Umbria e prediligendo l’uso di sistemi tecnologici atti a realizzare le attività in modalità “remoto”.
  • Diffusione della conoscenza storica dell’emigrazione umbra in progetti da realizzare con scuole umbre , prediligendo attività in modalità “remoto”.
  • Diffusione e promozione dell’associazionismo degli umbri nel mondo, incentivando in particolare la partecipazione dei giovani per favorire una migliore integrazione  fra le generazioni;
  • Promozione all’estero dell’Umbria e dei suoi territori da un punto di vista degli scambi economici, della promozione turistica, culturale, nonchè dell’offerta formativa;
  • Attività di studio e ricerca sul fenomeno migratorio umbro;
  • iniziative per favorire la frequenza , in Umbria, di corsi scolastici di formazione professionale, universitari e post-universitari per gli umbri all’estero;
  • iniziative volte a favorire il rientro in Regione di giovani (under 35) laureati umbri che risiedono all’estero da almeno 2 anni per motivi di lavoro o studio.

 

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria complessiva è pari ad euro 55.020,54


Contributo a fondo perduto fino al 90%.

Scadenza

Le domande devono essere presentate entro il 30/09/2021


La procedura di presentazione delle domande potrebbe essere chiusa anticipatamente a fronte di esaurimento delle risorse disponibili.