Finanziamento a fondo perduto fino al 90% a sostegno di iniziative idonee a valorizzare sul piano culturale, sportivo, sociale ed economico la collettività regionale, da realizzarsi nel periodo compreso tra l’8 dicembre 2021 e il 9 gennaio 2022.

 

Il bando sostiene , la realizzazione di iniziative finalizzate alla valorizzazione culturale, sociale ed economica della collettività regionale, da svolgersi nel periodo compreso tra l’8 dicembre 2021 e il 9 gennaio 2022.

Soggetti beneficiari

Possono accedere ai contributi di cui al presente Avviso le province della Regione, la Città metropolitana di Roma Capitale e le amministrazioni comunali della Regione, ivi compreso il Comune di Roma Capitale e i suoi Municipi.

Tipologia di interventi ammissibili

Le iniziative devono riferirsi ad almeno uno dei seguenti ambiti di intervento:

 

a) valorizzazione del patrimonio culturale, artistico e monumentale;

b) sostegno alle attività culturali, con particolare riferimento alla valorizzazione degli spettacoli dal vivo, degli eventi espositivi, dei convegni, della conoscenza dei diversi linguaggi dell’arte e dello spettacolo;

c) promozione della conservazione e valorizzazione delle tradizioni e degli usi delle comunità locali;

d) tutela e valorizzazione dell’ambiente, del paesaggio, del patrimonio naturale in ogni sua specificità e diversità biologica;

e) incremento del risparmio energetico e potenziamento dell’uso delle fonti rinnovabili;

f) inclusione sociale, lotta alla povertà e all’emarginazione, contrasto alla crisi economica e sociale;

g) sostegno alla famiglia e ai minori;

h) promozione dello sviluppo sociale, economico e culturale dei giovani, con particolare riferimento al diritto allo studio, all’inserimento nel mondo del lavoro e alla promozione del servizio civile;

i) promozione delle attività finalizzate alla salvaguardia della salute e al sostegno della dignità della persona, con particolare riferimento alla terza e alla quarta età;

j) sostegno ai progetti finalizzati alla riduzione dei disagi derivanti dalle barriere fisiche, sociali, culturali ed economiche legate alla condizione della disabilità;

k) sviluppo e sostegno alle aree territoriali svantaggiate, con particolare riguardo ai piccoli comuni, alle aree rurali e montane, nonché alle isole;

l) valorizzazione e promozione dei prodotti tipici locali e dell’artigianato;

m) sviluppo economico e miglioramento della qualità di vita della popolazione, secondo le effettive esigenze e le vocazioni dei diversi territori;

n) sostegno ai valori educativi dello sport e alla promozione della pratica sportiva, degli eventi della tradizione sportiva del territorio regionale, di nuovi eventi sportivi che possano diventare opportunità di sviluppo psico-fisico della collettività con particolare attenzione alle giovani generazioni, dell’attività sportiva per i diversamente abili;

o) promozione dell’offerta turistica e del tempo libero;

p) promozione dello sviluppo dell’istruzione e della formazione, con particolare riferimento alla formazione professionale;

q) sviluppo delle iniziative tese al conseguimento delle pari opportunità in ogni ambito.

 

. Sono considerate ammissibili le seguenti spese:

 

a) acquisto di beni strumentali non durevoli;

b) canoni di locazione per l’utilizzo di locali, impianti o strutture inerenti all’iniziativa;

c) allestimento di locali, impianti e strutture, scenografie, montaggio e smontaggio;

d) pubblicità (inserzioni, manifesti, stampe, video, ecc.);

e) servizi editoriali e tipografici;

f) premi e riconoscimenti non in denaro;

g) rimborsi spese, solo se suffragati da documentazione contabile a sostegno;

h) compensi per relatori, conferenzieri, artisti, debitamente documentati la cui prestazione faccia parte dell’iniziativa ammessa a contributo.

Entità e forma dell’agevolazione

Il contributo concesso per la realizzazione di ciascuna iniziativa non può essere superiore 90% della spesa complessivamente prevista.

Il contributo non può, comunque, superare i seguenti importi:

 

• € 2.000,00 (duemila/00) per le amministrazioni comunali fino a 5.000 abitanti;

• € 3.000,00 (tremila/00) per le amministrazioni comunali da 5.001 fino a 30.000 abitanti;

• € 5.000,00 (cinquemila/00) per le province della Regione, la Città metropolitana di Roma Capitale e le amministrazioni comunali della Regione, ivi compreso il Comune di Roma Capitale e i suoi Municipi, oltre i 30.000 abitanti;

Scadenza

La domanda di contributo deve essere presentata entro e non oltre il 28 ottobre 2021