Finanziamento a fondo perduto fino al 90% a progetti che promuovono la produzione, la conoscenza e la diffusione della creatività contemporanea nel campo delle arti visive. Progetto Toscanaincontemporanea 2021.

 

La Regione Toscana avvia una procedura a evidenza pubblica per il finanziamento di progetti che promuovano la produzione, la conoscenza e la diffusione della creatività contemporanea nel campo delle arti visive, attuati da enti pubblici, università, istituti scolastici, centri di ricerca, accademie, associazioni, fondazioni e altri soggetti che operino in ambito culturale senza fine di lucro nel territorio toscano. Il bando intende privilegiare quei soggetti che dimostrino di aver svolto attività attinenti ai temi delle arti visive contemporanee negli ultimi 2 anni alla data di scadenza del presente avviso. In un contesto di assoluta eccezionalità dovuta all’emergenza Covid-19, il bando prevede il supporto agli operatori del sistema toscano dell’arte contemporanea ammettendo a finanziamento, nell’ambito dell’unitarietà del progetto presentato dal soggetto beneficiario, anche attività che sono già state realizzate nel corso dell’annualità 2021.

Soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari dell’intervento sono enti pubblici, università, istituti scolastici, centri di ricerca, accademie, associazioni, fondazioni e altri soggetti che operino in ambito culturale senza fine di lucro nel territorio toscano. Ciascun soggetto può presentare un solo progetto ma partecipare anche ad altri, attraverso varie forme di collaborazione a titolo non oneroso

Tipologia di interventi ammissibili

Attività ammissibili:

Sono ammissibili i progetti culturali che promuovono i linguaggi propri delle arti visive contemporanee: oltre ai media specifici quali la pittura e la scultura, sono ammessi i molteplici codici espressivi, forme e modi delle arti contemporanee, ad esempio la fotografia, performance, installazioni e opere site specific, film, video, sound e new media art, elaborazioni digitali, design, grafica, azioni partecipative e relazionali, atti ad interpretare il tempo attuale che si connota sempre più per l’uso di strumenti digitali.

 

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

 

– Spese del personale dipendente sia a tempo indeterminato che a tempo determinato del soggetto beneficiario, nella misura massima del 30% del costo complessivo del progetto ammesso a contributo;

– Spese per consulenze, fornite da personale qualificato e solo se direttamente connesse alla preparazione o realizzazione dell’attività progettuale. Non sono in alcun caso ammesse le consulenze a carattere ordinario di tipo fiscale, legale e amministrativo.

– Spese per servizi solo se direttamente connesse alla preparazione o realizzazione dell’attività progettuale;

– Spese per acquisto di materiali di consumo esclusivamente finalizzati alla realizzazione dell’attività;

– Rimborsi spese di viaggio, vitto e alloggio solo se sostenute da personale esterno che svolge attività connesse alla preparazione o realizzazione dell’attività progettuale;

– Diritti d’autore e diritto d’uso;

– Premi, in denaro o in natura, qualora essi siano previsti nell’ambito di concorsi promossi dal soggetto beneficiario;

– Spese generali, nella misura massima del 10% del costo totale del progetto ammesso a contributo.

 

Le spese sono ammissibili dal 01/01/2021 al 30.11.2021

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse finanziarie previste per l’intervento ammontano complessivamente ad euro 350.000,00.

 

Il contributo regionale è pari al 90% del costo complessivo del progetto ammesso e comunque non superiore ad euro 7.000,00.

Scadenza

La domanda deve pervenire entro il 18 ottobre 2021