Finanziamento a fondo perduto fino al 70% per progetti di promozione della cultura cinematografica.

 

La Regione Sardegna eroga contributi per la realizzazione sul territorio regionale di Festival, Rassegne, Circuiti e Premi, privilegiando la qualità, l’esperienza e il rilievo regionale, nazionale e internazionale e la loro diffusione su tutto il territorio regionale.

Soggetti beneficiari

  • Organismi pubblici, che hanno svolto documentata attività nel settore cinematografico nei tre anni precedenti.
  • Organismi privati, legalmente costituiti da almeno un quinquennio le cui finalità e attività principali, in base allo statuto, siano legate all’attività cinematografica e che hanno svolto documentata attività nel settore cinematografico nei tre anni precedenti.

I soggetti proponenti, devono altresì:

Organismi pubblici:

 

1) Assicurare una compartecipazione finanziaria per almeno il 30% del costo totale del progetto (alla compartecipazione finanziaria del 30% non possono concorrere contributi previsti su altre linee di spesa regionale);

2) svolgere in Sardegna l’attività per la quale si sta chiedendo il contributo;

3) Possedere documentata esperienza nell’organizzazione di attività di alto livello qualitativo inerente il settore cinematografico, nei tre anni precedenti a quello di riferimento;

4) Avere svolto e regolarmente rendicontato l’attività che ha beneficiato di contributo nell’anno 2019.

Organismi privati:

1) Non avere fini di lucro;

2) Avere finalità statutarie rispondenti all’attività proposta;

3) Possedere documentata esperienza nell’organizzazione di attività inerente il settore cinematografico nei tre anni precedenti a quello di riferimento;

4) Assicurare una compartecipazione finanziaria per almeno il 30% del costo totale del progetto (alla compartecipazione finanziaria del 30% non possono concorrere contributi previsti su altre linee di spesa regionale);

5) Svolgere in Sardegna l’attività per la quale si sta chiedendo il contributo;

6) Avere svolto e regolarmente rendicontato l’attività che ha beneficiato di contributo nell’anno 2019.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono considerate ammissibili le spese per:

  • gestione (compensi al personale, oneri sociali e previdenziali);
  • pubblicità e divulgazione del programma d’attività (inserzioni, manifesti, locandine, video, ecc.);
  • affitto locali per l’iniziativa;
  • allestimenti;
  • ospitalità;
  • direzione artistica;
  • SIAE
  • Spese sostenute per attività che, a causa delle misure restrittive imposte dal COVID, non si sono realizzate (Qualora un’attività programmata e finanziata, eccezionalmente e per cause legate all’emergenza, non possa essere realizzata o portata a termine nonostante l’impegno del soggetto attuatore, le spese già sostenute e per le quali non si prevede l’ottenimento di lcun rimborso, potranno essere rendicontate e liquidate a seguito di verifica da parte degli uffici competenti che valuteranno le motivazioni e la documentazione attestante le circostanze che hanno impedito lo svolgimento dell’evento).
  • Spese sostenute per far fronte all’emergenza epidemiologica. Le spese sostenute per la sanificazione degli spazi e per le misure preventive messe in atto al fine di contrastare la diffusione del COVID-19 potranno essere rendicontate nelle varie categorie di spese ammissibili: spese generali (acquisto dei dispositivi di protezione, igienizzazione delle attrezzature e sanificazione degli ambienti, ecc.), spese di allestimento dei locali e spese per il nolo di attrezzature (es. noleggio materiale per distanziamento), spese di progettazione dell’evento e delle attività di comunicazione (es. consulenze tecniche, materiale di comunicazione sulle misure adottate per lo svolgimento delle manifestazioni, ecc.). Qualora alcuni dispositivi non siano reperibili nella forma del nolo, ad esempio i termoscanner e i distanziatori in plexiglass, sarà consentito l’acquisito e la successiva rendicontazione da parte dell’organismo beneficiario tra le spese di allestimento locali). Le spese sono da intendersi al netto delle eventuali agevolazioni previste dai provvedimenti nazionali e/o regionali adottati per fronteggiare l’emergenza COVID. Le spese generali (spese postali, telefoniche, materiali di consumo, assicurazioni, spese legali direttamente collegate al progetto e amministrative), in via eccezionale per il 2020, sono ammesse fino al 20% del totale parziale se supportate da documentazione di spesa, fino al 3% a titolo forfetario del totale parziale.
  • Spese alloggio: la spesa giornaliera per l’alloggio è ammissibile, per un importo non superiore a Euro 200 a persona a notte.
  • Spese per vitto: la spesa per vitto è ammissibile per un importo non superiore a Euro 40 a pasto a persona, per un massimo di due pasti giornalieri a persona.

Entità e forma dell’agevolazione

Lo stanziamento complessivo destinato alla realizzazione di eventi di promozione della cultura cinematografica è pari a Euro 660.200,50 da ripartirsi come di seguito:

  • Festival Euro 270.200,50
  • Rassegne Euro 180.000
  • Premi Euro 150.000
  • Circuiti Euro 60.000.

La Regione eroga i contributi fino alla concorrenza del 70% delle spese e fino all’ammontare massimo di 40.000 euro per Festival e Premi, 30.000,00 euro per Circuiti e 20.000,00 euro per Rassegne (al restante 30% di compartecipazione finanziaria a carico dei soggetti proponenti non possono concorrere contributi previsti su altre linee di spesa regionale).

L’attività oggetto dell’intervento contributivo dovrà essere realizzata in Sardegna tra il 1° gennaio 2020 e il 31 dicembre 2020, pena la non ammissibilità dell’istanza.

Scadenza

La scadenza per la presentazione delle domande è alle ore 13.00 di martedì 8 settembre 2020.