Finanziamento a fondo perduto fino al 70% per la realizzazione di iniziative volte alla riduzione della produzione dei rifiuti in plastica monouso o in plastica oxo-degradabile.

 

Bando pubblicato sul B.U.R. della Regione Autonoma del Friuli Venezia Giulia, n. 37 del 9 settembre 2020. 

Soggetti beneficiari

Sono beneficiari dei contributi di cui al presente regolamento i Comuni e gli altri Enti pubblici situati sul territorio regionale che intendano realizzare, successivamente alla presentazione della domanda, progetti di iniziative volte alla riduzione della produzione dei rifiuti in plastica monouso o in plastica oxo-degradabile.

Tipologia di interventi ammissibili

I progetti prevedono la realizzazione cumulativa di iniziative di informazione e sensibilizzazione, sui comportamenti da adottare per la riduzione dell’utilizzo dei prodotti in plastica monouso e in plastica oxo-degradabile, e di iniziative di promozione di comportamenti virtuosi e buone pratiche, da realizzarsi attraverso:

a) l’acquisto e l’installazione di erogatori di acqua per uffici;
b) la distribuzione di borracce o prodotti similari;
c) l’acquisto e l’installazione di case dell’acqua.

Sono ammissibili a contributo le seguenti spese da sostenere successivamente alla presentazione della domanda:

a) spese relative alle iniziative di divulgazione, informazione e sensibilizzazione, quali ad esempio: organizzazione di eventi, opuscoli informativi, brochure;
b) acquisto di borracce o prodotti similari;
c) acquisto e installazione di erogatori di acqua per uffici;
d) acquisto e installazione di case dell’acqua.

Le spese di cui alle lettere a) e b del comma 1 sono ammesse complessivamente per un massimo di 750 euro. 

Entità e forma dell’agevolazione

Il contributo è concesso a favore dei Comuni nella seguente misura:
a) per i Comuni fino a 5000 abitanti, 70% della spesa riconosciuta ammissibile e per un massimo di 7.000 euro;
b) per i Comuni da 5001 a 15.000 abitanti, 60% della spesa riconosciuta ammissibile e per un massimo di 10.000 euro;
c) per i Comuni, con più di 15.000 abitanti, 50% della spesa riconosciuta ammissibile e per un massimo di 25.000 euro.
2. Il contributo è concesso a favore degli Enti pubblici per un importo pari al 70% della spesa ritenuta ammissibile e comunque per un importo massimo di 7.000 euro.

Scadenza

Bando a sportello (fino alla fine delle risorse disponibili).