Finanziamento a fondo perduto fino al 70% per il sostegno al miglioramento genetico del patrimonio zootecnico lucano. Anno 2020.

 

L’obieittivo del bando è quello di migliorare geneticamenti i bovini da latte attraverso l’AZIONE 1, cioè:

 

– prevenire e controllare la diffusione e le malattie infettive legate alla ripdroduzione;

– migliorare i livelli di produttività e qualità delle produzioni;

– estendere l’utilizzo di riproduttori provati e di elevate qualità genetiche alla maggior parte degli allevamenti.

 

Il secondo obiettivo del bando è quello di migliorare geneticamente i bovini di razza Podolica – AZIONE 2, cioè:

 

– prevenire e controllare la diffusione e le malattie infettive legate alla ripdroduzione;

– tutelare la biodiversità, conservare il patrimonio genetico della razza podolica a rischio di erosione;

– migliorare la quantità e la qualità delle produzioni.

 

Il terzo obiettivo del bando è quello di migliorare geneticamente i bovini di razza Chianina, Marchigiana, Romagnola, Limousine, Charolaise e Piemontese – AZIONE 3, cioè:

 

– prevenire e controllare la diffusione e le malattie infettive legate alla ripdroduzione;

– migliorare la quantità e la qualità delle produzioni.

 

Il quarto obiettivo del bando è quello di migliorare geneticamente gli allevamenti suini – AZIONE 4, cioè:

 

– prevenire e controllare la diffusione e le malattie infettive legate alla ripdroduzione;

– migliorare la quantità e la qualità delle produzioni;

– estendere l’utilizzo dell’inseminazione artificiale negli allevamenti bufalini.

 

Il quinto obiettivo del bando è quello di migliorare geneticamente gli allevamenti bufalini – AZIONE 5, cioè:

 

– prevenire e controllare la diffusione e le malattie infettive legate alla ripdroduzione;

– migliorare la quantità e la qualità delle produzioni.

 

Il sesto obiettivo del bando è quello di migliorare geneticamente gli allevamenti equini – AZIONE 6, cioè:

 

– prevenire e controllare la diffusione e le malattie infettive legate alla ripdroduzione;

– tutelare la biodiversità, conservare il patrimonio genetico della razza podolica a rischio di erosione;

– sostenere l’attività di monta equina.

 

Il settimo obiettivo del bando è quello di migliorare geneticamente gli allevamenti ovini e caprini – AZIONE 7, cioè:

 

– prevenire e controllare la diffusione e le malattie infettive legate alla ripdroduzione;

– migliorare la quantità e la qualità delle produzioni.

 

L’ottavo obiettivo del bando è quello di migliorare geneticamente gli allevamenti cunicoli – AZIONE 8, cioè:

 

– prevenire e controllare la diffusione e le malattie infettive legate alla ripdroduzione;

– migliorare la quantità e la qualità delle produzioni.

Soggetti beneficiari

Sono ammessi al finanziamento gli allevatori iscritti ai libri genealogici.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammessi i seguenti interventi per l’AZIONE 1:

– elaborazione dei piani di accoppiamento specifici per ciascun allevamento (a cui deve seguire un’inseminazione artificiale), acquisto seme e realizzazione intervento;

– embrio transfer: acquisto embrioni e realizzazione intervento;

– acquisto giovenche;

– acquisto tori di razza Pezzata Rossa dell’età di 12-24 mesi.

 

Sono ammessi i seguenti interventi per l’AZIONE 2:

– acquisto all’asta di tori a seguito della prova di performance, provenienti dal Centro Genetico di Laurenzana;

– acquisto tori presso allevamenti iscritti ai libri genealogici;

– acquisto tori di razza da carne specializzata;

– acquisto seme e realizzazione inseminazione.

 

Sono ammessi i seguenti interventi per l‘AZIONE 3:

– acquisto all’asta di tori a seguito della prova di performance, provenienti dal Centro Genetico di ciascuna razza;

– acquisto tori presso allevamenti iscritti ai libri genealogici;

– acquisto seme e realizzazione inseminazione;

– acquisto giovenche.

 

Sono ammessi i seguenti interventi per l’AZIONE 4:

– acquisto seme e realizzazione intervento;

– acquisto tori e giovenche.

 

Sono ammessi i seguenti interventi per l’AZIONE 5:

– acquisto riproduttori;

– acquisto seme e realizzazione intervento;

– acquisto femmine.

 

Sono ammessi i seguenti interventi per l’AZIONE 6:

– piani di accoppiamento programmati e inseminazione artificiale;

– acquisto riproduttori;

– mantenimento riproduttivo;

– acquisto femmine.

 

Sono ammessi i seguenti interventi per l‘AZIONE 7:

– acquisto arieti e becchi provenienti dai centri genetici di ciascuna razza;

– acquisto arieti e becchi presso allevamenti iscritti ai libri genealogici;

– acquisto seme e realizzazione intervento;

– acquisto femmine;

– tutela e conservazione della capra di Potenza.

 

Sono ammessi i seguenti interventi per l’AZIONE 8:

– acquisto di maschi presso centri genetici o libri genealogici;

-mantimento maschi;

– acquisto seme e realizzazione intervento;

– acquisto femmine.

Entità e forma dell’agevolazione

la dotazione finanziaria è di euro 68.000,00.

Finanziamento a fondo perduto fino al 70% per l’AZIONE 1,2,3,4,5,6,7,8.

Scadenza

Presentazione domande entro il 31/12/2020.