Finanziamento a fondo perduto fino al 70% destinato a Comuni e Unioni di Comuni per la realizzazione di progetti a valenza internazionale. Anno 2021.

 

Il bando intende contribuire al consolidamento e all’ulteriore sviluppo delle attività internazionali degli Enti Locali del territorio regionale che intrattengono rapporti di scambio e collaborazione con enti omologhi in Europa e nel mondo, realizzando vivaci attività che spaziano dal networking bilaterale e multilaterale e progettualità comuni fino alla sottoscrizione di patti di gemellaggio e di amicizia.

La Regione Emilia Romagna, in specifico, con il presente bando intende supportare la realizzazione di progetti di Comuni ed Unioni di Comuni che abbiano come obiettivo prioritario lo sviluppo di rapporti e scambi internazionali, al fine di promuovere tra i giovani e la popolazione l’importanza di una società aperta e la promozione degli obiettivi dell’Agenda 20301, in particolare sui temi della transizione energetica e digitale e della lotta alle disuguaglianze. Si propone altresì di favorire scambi di esperienze nel campo dell’innovazione di politiche territoriali conseguenti all’emergenza legata all’epidemia da Covid-19 che le comunità locali di tutta Europa e a livello globale stanno affrontando.

Soggetti beneficiari

I beneficiari sono i Comuni e le Unioni di Comuni che coinvolgano, senza scopo di lucro, almeno un Ente territoriale interno ad altro Stato oppure un Comitato di gemellaggio, appartenenti ad uno Stato estero europeo o extraeuropeo.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono considerate ammissibili:

a) iniziative rivolte alle giovani generazioni che promuovano i temi dell’Agenda 2030, con particolare attenzione a:

  • transizione ecologica;
  • transizione digitale;
  • contrasto alle disuguaglianze. 

Dovranno essere indicati la fascia di età dei partecipanti ed i criteri e le modalità di selezione;

 

b) iniziative di confronto sulle politiche locali, nell’ottica di sviluppare nuove strategie e soluzioni innovative in conseguenza dell’epidemia di Covid-19.

 

Sono ammissibili le seguenti spese:

 

– costi di personale

– costi per vitto e alloggio

– costi per trasporti e viaggi

– costi per materiale di promozione e documentazione

– costi amministrativi.

È consentito l’invio di un solo progetto da parte di ciascun soggetto.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di euro 40.000,00.

 

Per i Comuni, l’importo minimo di contributo è fissato in 2.500,00 €, mentre l’importo massimo non potrà superare 5.000,00 €.

Per le Unioni di Comuni l’importo minimo di contributo è fissato in 4.000,00 €, mentre l’importo massimo non potrà superare 7.500,00 €.

 

Il contributo non potrà essere superiore al 70% del costo totale del progetto.

Scadenza

La domanda deve essere inoltrata entro le ore 20.00 del 26 marzo 2021.