Finanziamento a fondo perduto fino al 70% alle associazioni rappresentative di categoria per la promozione di marchi collettivi di certificazione.


Il ministero dello sviluppo economico ha issa i criteri e le modalità per concedere agevolazioni dirette a sostenere la promozione all’estero di marchi collettivi e di certificazione volontari italiani. 

Soggetti beneficiari

Sono beneficiari dell’agevolazione, le associazioni rappresentative di categoria che abbiano depositato una domanda di registrazione di marchio collettivo o di certificazione o che abbiano depositato una domanda di conversione del marchio collettivo o di certificazione precedentemente registrato.

Tipologia di interventi ammissibili

Il progetto deve prevedere la realizzazione di una o più delle seguenti iniziative finalizzate alla promozione del marchio: fiere e saloni internazionali, eventi collaterali alle manifestazioni fieristiche internazionali, incontri bilaterali con associazioni estere, seminari in Italia con operatori esteri e all’estero, anche su piattaforme digitali, azioni di comunicazione sul mercato estero, anche attraverso GDO e canali on-line.

Saranno riconosciute ammissibili le spese sostenute per l’acquisizione dei servizi specialistici esterni riferite a titoli di spesa emessi a far data dal 13 marzo 2020.


L’agevolazione è finalizzata ad acquisire servizi, variamente distribuiti a seconda dell’iniziativa, relativia:

 

  • quote di partecipazione, affitto e allestimento di stand presso fiere e saloni internazionali in Italia e all’estero;

  • affitto e allestimento di spazi espositivi temporanei;

  • interpretariato, traduzione, noleggio di attrezzature e strumentazioni;

  • brochure, cataloghi, materiale informativo, spot televisivi/radiofonici, pubblicità su siti web o su riviste internazionali inerenti il marchio;

  • spese per azioni dimostrative delle produzioni delle associazioni, realizzate in occasione delle iniziative previste nel progetto.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione delle risorse è pari a 850.130,00 euro.

Agevolazione fino al 70% per le spese sostenute e valutate come ammissibili.

L’importo massimo dell’agevolazione è pari a euro 70.000,00.

Scadenza

A partire dalle ore 9:00 del 15 dicembre 2020 e fino alle ore 24 del 29 gennaio 2021 potranno essere presentate le domande di agevolazione.