Finanziamento a fondo perduto fino al 70% a favore dei Comuni marchigiani, per la progettazione e realizzazione di interventi finalizzati al miglioramento della Sicurezza Stradale.

 

L’obiettivo del Bando è quello di migliorare i livelli di sicurezza della rete stradale presente nel territorio regionale, attraverso la realizzazione di interventi atti a garantire la circolazione in sicurezza di persone, veicoli e animali.

Soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari sono i Comuni marchigiani nei cui territori insistono i progetti proposti.

Tipologia di interventi ammissibili

Verranno concessi contributi in conto capitale ai Comuni per la progettazione e realizzazione di interventi finalizzati a migliorare i livelli di sicurezza della rete stradale di competenza, attraverso opere infrastrutturali, quali ad esempio:

 

– nuovi tratti stradali e ciclopedonali;

– interventi di manutenzione straordinaria;

– adeguamento e messa in sicurezza di strade e percorsi ciclabili e pedonali esistenti;

– realizzazione di intersezioni;

– marciapiedi e corsie preferenziali;

– interventi finalizzati a garantire la fruizione e l’attraversamento delle strade in sicurezza per le persone, gli animali ed i veicoli;

– realizzazione sovrappassi o sottopassi destinati alla mobilità dolce etc.

 

Sono ammissibili:

 

– Le spese tecniche, in quanto strettamente necessarie alla realizzazione dell’intervento (progettazione, direzione lavori, collaudi), dovranno rientrare nel limite massimo del 10% dei lavori a basta d’asta e/o affidati in economia (IVA compresa);

– Le spese per la realizzazione di lavori, impianti e forniture, in quanto strettamente legati alla realizzazione dell’intervento ed opere strettamente connesse;

– Le spese per espropri ed acquisizione di aree, nei limiti del 10% del costo totale ammissibile dell’intervento

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di € 8.881.626,97.

Il contributo in conto capitale non potrà superare il 70% del costo complessivo del progetto previsto (progettazione e realizzazione delle opere). E’ richiesto un cofinanziamento da parte dei Comuni per almeno il 30% del costo complessivo previsto.

Il contributo regionale massimo concedibile per intervento è pari ad € 100.000,00.

Sono ammessi interventi con quadro tecnico economico non superiore ad € 1.000.000,00 (iva inclusa).

Scadenza

Le domande possono essere inviate fino all’11 ottobre 2021, salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi.