Finanziamento a fondo perduto fino al 60% per emittenti radiofoniche private e locali per costi sostenuti nel 2020.

La Regione Sardegna intende sostenere con un finanziamento a fondo perduto le emittenti radiofoniche private e locali che operano sul territorio regionale. 

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda di finanziamento le emittenti radiofoniche private e locali e web radio, costituite in qualsiasi forma giuridica, che operino nel territorio della Sardegna, nel quale realizzino almeno il 90 per cento del fatturato. Le emittenti radiofoniche devono essere costituite da almeno trentasei mesi e aver regolarmente trasmesso nell’anno precedente a quello per il quale si inoltra la richiesta di contributo.

Tipologia di interventi ammissibili

I contributi sono erogati alle emittenti radiofoniche private e locali quale riconoscimento delle spese sostenute nel corso dell’anno per il quale è richiesto il contributo, per la produzione e messa in onda di programmi in lingua italiana esclusivamente sui temi della cultura (storia, archeologia, arte, spettacolo e cinema), della scuola e dello sport in Sardegna.

Nello specifico, le spese ammissibili sono le seguenti: 

  • Costo del personale (giornalisti e/o pubblicisti e personale tecnico per la messa in onda);
  • spese di produzione e realizzazione (coordinamento e progettazione, spese tecniche, spese di redazione);
  • spese SIAE
  • costo per gli abbonamenti alle agenzie di stampa;
  • spese per la diffusione;
  • spese per aggiornamento e manutenzione informatica;
  • spese di promozione su altri media;
  • spese generali, in misura non superiore al 10% del costo totale delle attività (affitto, telefono, luce, materiali di consumo, spese sostenute per la fidejussione) e comunque riferite all’annualità di riferimento del contributo.

Entità e forma dell’agevolazione

Il contributo è riferito alle spese sostenute dall’emittente per i programmi realizzati esclusivamente dal 1 gennaio al 31 dicembre del 2020. L’ammontare dello stesso sarà stabilito sulla base della disponibilità del capitolo di riferimento e delle richieste pervenute e ritenute ammissibili e comunque in misura non superiore al 60% delle spese ammissibili sostenute.

Per le radio web, tenuto conto del minore costo di gestione dell’emittente rispetto a quelle che trasmettono sulle frequenze è stabilito un contributo massimo di euro 10.000,00 e comunque non superiore al 60% delle spese ammissibili sostenute.

Scadenza

Le domande dono essere inoltrate entro il 18 Agosto 2020.