Finanziamento a fondo perduto fino al 50% per supportare il potenziamento e l’attrazione di investimenti produttivi innovativi in grado di generare nuova occupazione.

 

La Regione Marche intende supportare il potenziamento e l’attrazione di investimenti produttivi innovativi, anche esteri, di PMI e di Grandi Imprese, in grado di generare nuova occupazione, al fine di facilitare la fase di uscita dalla crisi socioeconomica che ha investito il territorio marchigiano, a causa dell’emergenza Covid-19.

 

L’intervento si articola nelle seguenti tipologie di attività progettuali, finalizzate a:

 

a) creazione di una nuova unità produttiva;

b) ampliamento di una unità produttiva di proprietà;

c) acquisto, recupero e riqualificazione di una unità produttiva esistente, chiusa;

d) attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale;

e) formazione del personale dipendente;

f) sostenibilità ambientale, in termini di miglioramento dell’efficienza energetica nei processi produttivi e negli edifici e riciclo e riutilizzo dei rifiuti

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal presente bando le Micro, Piccole, Medie e Grandi Imprese che abbiano l’attività economica primaria e/o secondaria, come risultante dal certificato CCIAA alla data di presentazione della domanda, rientrante nelle attività identificate dai codici ATECO 2007:

 

C. ATTIVITA’ MANIFATTURIERE (ad esclusione del codice 12 Industria del Tabacco)

E. FORNITURA DI ACQUA; RETI FOGNARIE, ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RIFIUTI E RISANAMENTO

F. COSTRUZIONI

H. TRASPORTO E MAGAZZINAGGIO J. SERVIZI DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE

M. ATTIVITÀ PROFESSIONALI, SCIENTIFICHE E TECNICHE

N. NOLEGGIO, AGENZIE DI VIAGGIO, SERVIZI DI SUPPORTO ALLE IMPRESE

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili alle agevolazioni del presente bando i costi relativi alle seguenti voci:

 

Finalità dell’aiuto Spese ammissibili

a) Creazione di unità produttiva;

b) Ampliamento di unità produttiva, di proprietà;

c) Acquisizione, recupero e riqualificazione di uno stabilimento chiuso.  

 Spese strettamente necessarie alla realizzazione e messa in funzione dell’unità produttiva, che riguardano l’investimento in:

 

1. suolo aziendale e/o sue sistemazioni nel limite del 10% dei costi progettuali totali ammissibili;

2. opere murarie e assimilate, immobili destinati ad infrastrutture specifiche aziendali;

3. macchinari, impianti, ed attrezzature varie, incluso software specialistico, acquisiti anche in leasing, nuovi di fabbrica (ad eccezione degli investimenti di attivi necessari al ciclo di produzione/erogazione dei servizi;

4. spese tecniche di progettazione, direzione lavori e collaudo, ammesse nel limite del 10% dei costi progettuali totali ammissibili.

d) Attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, rivolti a introdurre sul mercato nuovi prodotti o servizi, o adottare nuove tecnologie produttive che prevedano nuovi investimenti e ampliamenti produttivi

 1. costi di personale dipendente a tempo indeterminato: laureati, dottorati, ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario, esclusivamente per la parte di effettivo impiego nelle attività del progetto, necessario per la realizzazione del programma di investimento, nella misura massima del 30% dei costi progettuali totali ammissibili, nel caso di personale già dipendente alla data di presentazione della domanda. 

2. Costi di ammortamento per macchinari e attrezzature da laboratorio, incluso software specialistico, per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto;

3. costi per la ricerca contrattuale, le competenze tecniche, i brevetti, acquisiti o ottenuti in licenza da soggetti esterni e i servizi di consulenza di carattere tecnico-scientifico utilizzati esclusivamente per l’attività del progetto; 4. costi per la realizzazione fisica di prototipi, dimostratori e/o impianti pilota, nella misura massima del 20% dei costi progettuali totali ammissibili.

e) Formazione per neoassunti e/o riqualificazione del personale dipendente  1. costi di formazione, connessi alla realizzazione del progetto, al costo standard ora/allievo (COA) di € 18,50 fino a 8 allievi e di € 11,50, nel caso di più di 8 allievi21
 f) Sostenibilità ambientale: – investimenti per migliorare l’efficienza energetica nei processi produttivi e negli edifici nelle unità locali. – investimenti per il riciclo e il riutilizzo dei rifiuti, prodotti da altre imprese, al fine di favorire la circolarità degli stessi in nuovi processi produttivi in sostituzione della materia prima vergine (al di là dello stato dell’arte

 Spese, direttamente connesse e destinate all’intervento specifico, quali:

 

1. costi per l’acquisto di macchinari, attrezzature e componenti, compresi software specialistici inclusi i costi per l’installazione e la posa in opera (es: nei casi di installazione di nuove linee di produzione e/o realizzazione di impianti, ad alta efficienza energetica, e/o involucri edilizi):

2. costi per brevetti, Know-how concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, acquisiti, o ottenuti in licenza da soggetti esterni;

3. spese tecniche di progettazione, direzione lavori, collaudo e certificazioni, ammesse nel limite del 10% dei costi progettuali totali ammissibili.

 

Entità e forma dell’agevolazione

Il costo totale ammissibile del programma di investimento, non deve risultare, complessivamente per le tipologie di intervento inferiore a € 500.000. Il contributo totale concedibile a fronte del programma di investimento non può superare € 800.000.

 

L’agevolazione viene concessa, sotto forma di contributo a fondo perduto in conto capitale nel limite massimo di 800.000,00 euro di contributo per impresa, al lordo di oneri e imposte, nella misura del 50%.

Scadenza

Lo sportello per la presentazione delle domande aprirà sarà aperto a partire dal 12 novembre 2020 ore 10:00 e fino ad esaurimento delle risorse e al massimo entro, e non oltre il 20 novembre 2020 ore 12:00.